Cerca la tua sede

comunicato 2
26.05.2005

Condividi su

Donazioni di sangue. Il Sud fa passi da gigante.

Nel 2004 le donazioni sono aumentate dell’8% rispetto al 2003.

Supera l’8% l’aumento delle donazioni di sangue al Sud  nel 2004 rispetto all’anno precedente, le Isole hanno raggiunto il 4%.

Gli ultimi dati sono stati resi noti oggi alla Conferenza stampa di presentazione della 69° Assemblea dell’Avis, organizzata nella sede del Consiglio regionale di   Reggio Calabria.

La straordinaria percentuale di crescita ha portato l’Avis a superare il traguardo di un milione e settecentomila donazioni. E’ il riscatto del meridione, dove la raccolta del sangue è sempre stata più difficile e che da qualche anno ha invertito la rotta.

Stabile la percentuale al Nord, che è stato il primo a raggiungere l’autosufficienza, mentre il Centro ha portato a casa un aumento del 5,6%.

“Abbiamo scelto di fare l’Assemblea nazionale al Sud proprio per dare un segnale al nostro Mezzogiorno” ha detto il presidente nazionale AVIS Andrea Tieghi. I numeri sono buoni, ma siamo ancora lontani dall’autosufficienza nazionale.  “La vita si allunga, serve una legge regionale che contribuisca ad affrontare a livello locale le emergenze – ha spiegato il Presidente del Consiglio regionale, On. Giuseppe Bova – mi impegno a presentare una proposta entro il 2005”. Una crescita sociale che coinvolge tutta la comunità. “Dobbiamo sensibilizzare il cittadino verso valori importanti come quelli portati avanti da Avis” sottolinea il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti.  “Donare il sangue per un cristiano è una testimonianza concreta di fede” per l’arcivescovo di Reggio Calabria, mons. Vittorio Mondello.

Domani l’apertura dei lavori della 69^ Assemblea Nazionale dell’AVIS, che si svolgerà a Lamezia Terme (CZ) dal 27 al 29 maggio – ore 15,00– alla quale sono attesi 1500 delegati provenienti da ogni parte d’Italia e alla quale interverranno tra gli altri, On. Mario Tassone, Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Sen. Antonio Iovene, On. Gianni Mancuso, Silvio Sarubbo – Presidente  SISM – Segretariato Italiano Studenti di Medicina, la “Iena” Marco Berry. “Più che una scelta, è stato un caso. Mi sono dovuto occupare del problema per i miei servizi in tivù – dice Berry, amico dell’Avis – e allora sono diventato donatore. Avrei voluto farlo prima, ma mi ha sempre bloccato la pigrizia. Sapete cosa vi dico, se avete lo stesso problema, chiamate il numero verde dell’Avis e vi stupirà. Donare è un po’ come un regalo di Natale,  è più bello farlo che riceverlo”.

Attendi