Cerca la tua sede

elezione presidente
27.06.2005

Condividi su

Andrea Tieghi riconfermato alla presidenza Avis per il prossimo quadriennio.

Sabato 25 giugno, in occasione dell’insediamento del Consiglio Nazionale della più grande associazione europea di donatori volontari di sangue, è stato rieletto con 41 voti su 43 il Presidente Nazionale dell’AVIS. Andrea Tieghi, già in carica dal 2002, appena eletto, ha voluto commentare la grandissima valenza associativa del voto:” per tutta l’AVIS, la giornata di oggi, rappresenta il raggiungimento dell’unitarietà associativa. Mai, nella storia della nostra associazione, si è avuta una così forte espressione di consenso”.

 

Subito dopo, il Consiglio ha potuto votare il Comitato Esecutivo che accompagnerà il Presidente nel suo compito per tutta la durata dell’incarico. Cinque le conferme, rispetto il precedente mandato e 4 in nuovi ingressi:  Giampiero Briola e Tiziano Gamba della Lombardia, Bruno Piazza del Piemonte e Franco Bussetti della Sicilia.

Coadiuveranno nella veste di Vicepresidenti: Giampietro Briola (Vice Presidente Vicario)  per le politiche del Volontariato e del Terzo Settore e Genesio De Stefano, della Basilicata per la Comunicazione e le Relazioni Esterne.

 

Confermati: Rino Rosso del Veneto alla Segreteria Generale, Paolo Marcianò della Calabria alle Politiche Sanitarie e Augusto Cicerchia delle Marche alla Tesoreria.

Oltre all’ingresso di rappresentanti di Lombardia e Piemonte – regioni  storiche dell’Avis – si rileva, come per le donazioni di sangue (6% di incremento nel 2004), una crescente presenza di rappresentanti associativi del Sud “a sottolineare” –  commenta Tieghi – “ la continua crescita di impegno nel volontariato di quelle regioni”

 

Novità assoluta di questo nuovo mandato è l’attribuzione ad ogni Consigliere Nazionale di un incarico su un tema specifico. “Ciò – ha dichiarato Tieghi – vuole essere un segno concreto di condivisione e di valorizzazione delle singole competenze di ciascuno a servizio dell’Associazione in modo che tutti possano dare il loro contributo per far continuare a crescere AVIS”

 

Attendi