Cerca la tua sede

Elisabetta Canalis volto di Avis Sardegna
12.05.2006

Condividi su

E’ partita il 5 maggio la campagna 2006 di sensibilizzazione alla donazione di sangue in Sardegna. L’iniziativa Avis, che durerà un anno, coinvolgerà emoteche e centri trasfusionali di tutta la regione, e si avvarrà di una testimonial d’eccezione: la popolare showgirl e attrice Elisabetta Canalis.
Il volto della Canalis prenderà il posto dell’ex calciatore Gianfranco Zola, in un ideale passaggio di consegne tra due personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo di origine sarda.
«Alla luce dei dati sulle donazioni appena elaborati – afferma il dottor Mirando Basciu, presidente dell’Avis regionale – possiamo affermare che lo scorso anno Avis e Zola insieme hanno fatto gol».
L’appello di capitan Zola ha prodotto risultati più che soddisfacenti: in Sardegna, nel 2005, si è avuto un incremento di oltre il 10% rispetto agli anni precedenti.
Tuttavia, nell’isola il problema del sangue disponibile per le trasfusioni rimane ancora molto sentito: su tre trasfusioni effettuate, una deve essere realizzata con sangue proveniente da altre regioni e in un anno le unità di sangue “importate” sono circa 35.000.
La campagna realizzata da Avis Sardegna, in collaborazione con Pfizer Italia, vuole proprio contribuire a colmare questo divario. Ed Elisabetta Canalis ha risposto con passione ed entusiasmo all’appello di Avis per la sua terra: “Certo è difficile cogliere l’eredità di Gianfranco Zola, ma ci provo: ringrazio e saluto i miei conterranei; li prego di continuare a donare il sangue come hanno fatto e come stanno facendo e poi spero che l’Avis continui con questa campagna di sensibilizzazione, nei confronti di tutti, ma soprattutto verso i giovani, che più e meglio di altri possono donare».

Attendi