Cerca la tua sede

Una folla di giovani avisini ai concerti di Tiziano Ferro in Veneto
29.04.2009

Condividi su

“I ragazzi dell’Avis sono fantastici, fanno cose meravigliose: andate a conoscerli, parlate con loro, informatevi su come si può aiutare il prossimo”.

Tra uno sventolio di bandiere avisine e un calorosissimo applauso da parte del pubblico, un Tiziano Ferro in piena forma si è rivolto con queste parole ai giovani accorsi numerosissimi ai due concerti in Veneto.

“Li vedo, li saluto gli angeli dell’Avis – ha detto Tiziano rivolto ai volontari, sparsi tra i fan e presso la postazione fissa – avvicinatevi tutti alla donazione del sangue e insieme ricostruiamo anche la Casa dello studente, distrutta dal terremoto dell’Abruzzo. Sono due iniziative a cui tengo particolarmente, date una mano anche voi, ci conto!”.

Dotati tutti di braccialetto rosso Avis all’ingresso, a migliaia si sono contati i fans accorsi al Pala Zoppas di Conegliano (Tv) il 24 aprile e all’Arena Spettacoli della Fiera di Padova, il 26 aprile. Le due date hanno registrato il tutto esaurito…anche in fatto di entusiasmo!

Alcuni gruppi di ragazze (già donatrici) si sono organizzate per tempo, e si sono presentate con cartelloni in cui l’invito al dono era più che palese, con foto ricavate dal periodico regionale “Dono & Vita” e dai depliant del tour precedente. “Se sei qui –recitava uno- hai Ferro nel sangue: donalo all’Avis!”.

Ascoltate le parole del cantante, dopo il concerto in tantissimi hanno “preso d’assalto” i volontari che distribuivano i gadget, il gazebo informativo e i tanti manifesti della campagna “Tiziano Ferro per Avis” appesi ovunque.

Soddisfatti i volontari avisini del gruppo giovani regionale, della provinciale di Treviso, Venezia, Verona e Padova che insieme, ben organizzati e con l’entusiasmo che li contraddistingue, si sono impegnati per ore per allestire i palazzetti già dal primo pomeriggio, per informare il pubblico e per sistemare tutto fino alla fine.

Stanchi, ma già con il pensiero rivolto alla data del 21 giugno all’Arena di Verona, quando il messaggio dell’Avis dovrà arrivare a più di diecimila persone…

Attendi