Cerca la tua sede

Caro Tiziano ti scrivo
01.07.2009

Condividi su

Caro Tiziano,
a nome dei ragazzi e dei collaboratori tutti dell’ Avis di Latina, la tuà città ,che non dimentichi mai di nominare e ricordare nei tuoi concerti e nelle tue interviste, desideriamo di cuore ringraziarti per tutto ciò che hai fatto e stai continuando a fare per la nostra associazione.
Sono tanti i volontari, soprattutto giovani che da inizio anno sono impegnati con la campagna di sensibilizzazione della quale ti sei reso protagonista ; non possiamo che ringraziarti per i brillanti risultati, che grazie a te, stiamo avendo non solo in provincia di Latina, ma in tutta la penisola.
I giovani come sai sono una grande risorsa per la nostra associazione, un investimento per il futuro al quale non possiamo che destinare le nostre energie e aspettative.
Poter “reclutare ” tanti giovani donatori e volontari è sicuramente uno dei primi obiettivi che ci siamo da sempre imposti.
Grazie alla tua collaborazione, ad un messaggio che hai saputo fare tuo e con grande sensibilità e intelligenza trasmettere in modo chiaro e diretto proprio ai giovani durante i tuoi concerti ci ha permesso di realizzare una campagna promozionale senza precedenti.
Questa tua comunicazione di grande altruismo è riuscita a raggiungere le nuove generazioni attraverso il loro linguaggio, nel loro ambiente, permettendoci con enorme successo, di contribuire al raggiungimento del nostri obiettivi in tema trasfusionale.
Durante le due date dei concerti allo stadio Olimpico di Roma sentirsi dire da te – che siamo dei ragazzi con un anima in grado di cambiare il mondo in positivo – ci ha fatto letteralmente sentire orgogliosi del nostro operato, orgogliosi di appartenere ad un ‘associazione con dei principi e dei valori ben saldi, quale solo il mondo del volontariato può offrire.
Grazie Tiziano per essere stato tra i primi a credere in questa collaborazione , più volte ci hai dimostrato di credere nella sensibilità dei giovani ai valori della solidarietà ma che spesso, come tu stesso affermi, non sono abbastanza informati; ti sei voluto rendere disponibile e, non potevamo rischiare di perdere questa grande opportunità e allora… ancora mille grazie….

Attendi