Cerca la tua sede

Giovani e volontariato: un’esperienza che valorizza il presente per costruire il futuro
11.03.2010

Condividi su

«Il ruolo delle nuove generazioni all’interno delle Associazioni di
volontariato deve crescere sempre di più». È questo il monito lanciato oggi dai
ragazzi che hanno partecipato all’incontro “Le nostre risorse: i giovani. AVIS
valorizza il presente per costruire il futuro”, che si è tenuto questa mattina
nell’elegante cornice della Galleria Alberto Sordi di Roma, organizzata da
dall’Avis Comunale della Capitale, in collaborazione con la sede regionale e
Nazionale.

L’iniziativa ha rappresentato un valido momento di confronto tra le Istituzioni
che curano le Politiche giovanili e sociali e alcune delle più importanti
associazioni impegnate da sempre nel coinvolgimento
giovanile alla Cittadinanza Attiva.

All’incontro sono intervenuti:
– Andrea Sergio Fantoma, Capo Dipartimento del Ministero della Gioventù
– Luigina Di Liegro, Assessore alle Politiche Sociali e delle Sicurezza della
Regione Lazio
– Antonio Tombolillo, Referente Area Giovani AVIS Nazionale
– Renzo Briganti, Presidente AVIS Regionale Lazio
– Adolfo Camilli, Presidente Onorario AVIS Comunale Roma
– Francesca Danese, Presidente CESV Lazio

A monitorare l’evento c’era Rina Latu, vice-presidente
vicario di AVIS Nazionale, che si è detta soddisfatta dell’ottimo risultato e
soprattutto della grande presenza di giovani
, che nel corso della
mattinata hanno rivolto domande agli ospiti presenti e hanno soprattutto
espresso le loro aspettative verso un futuro in cui la loro creatività e la loro
progettualità possano avere un ruolo sempre più rilevante.

«I ragazzi che collaborano con la nostra
Associazione sono ricchi di intraprendenza e voglia di fare. Quello che ci
chiedono è di essere protagonisti del nostro presente e di poter esprimere al
meglio le loro capacità», ha commentato la Latu a margine della tavola rotonda.
«L’invito che noi gli rivolgiamo è di avere coraggio e sprigionare quella che
rappresenta la linfa vitale del volontariato».

Attendi