Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 20 aprile
20.04.2010

Condividi su

Gli operai Vinyls doneranno il sangue

PORTO TORRES. Anche se la situazione dei lavoratori della Vinyls non è delle
migliori, i cassintegrati dell’isola non dimenticano la solidarietà nei
confronti di chi ha bisogno di un loro aiuto. E proprio
nel nome della generosità, oggi la sezione dell’Avis di Porto Torres si
trasferisce all’Asinara, nella Diramazione Centrale di Cala D’Oliva, dove verrà
effettuata una raccolta di sangue proprio fra i lavoratori che da 54 giorni
occupano l’isola. Non è escluso, inoltre, che altri lavoratori che operano
sull’isola si presentino al piccolo centro prelievi che l’Avis allestirà oggi a
Cala D’Oliva. Dopo tanti gesti di solidarietà dal mondo esterno all’Asinara,
stavolta saranno gli isolani a fare qualcosa di grande valore sociale nei
confronti di chi soffre.

Dalla
Nuova Sardegna, 20 aprile 2010, pag. 40

L’Avis entra in classe e insegna
a donare il sangue

Creare nelle scuole primarie e secondarie della città piccoli gruppi di
donatori di sangue, coinvolgendo nella cultura e nella pratica della donazione
anche i genitori di alunni e studenti, gli insegnanti e il personale che lavora
nelle scuole.
È l’obiettivo dell’Avis comunale di Terni, che da oggi a giovedì propone
un’iniziativa tra i banchi dell’istituto comprensivo Campomaggiore.
«Nell’ambito del nostro impegno nelle scuole – dice il presidente dell’Avis di Terni, Alberto
Belli – siamo convinti che oggi sia necessario dare ai giovani testimonianze
concrete di effettiva solidarietà. L’Avis, su richiesta del dirigente scolastico
dell’istituto comprensivo Campomaggiore, Michele Montella, farà un breve
percorso di “Educazione alla donazione”. Questo progetto vedrà coinvolti per
primi i docenti, i genitori e il personale Ata di tutto l’istituto e poi gli
alunni delle classi quinte. Avremo il supporto del direttore sanitario Avis
Micaela Giovannetti e dei medici reparto immunotrasfusionale dell’ospedale di
Terni. I bambini verranno anche coinvolti in un concorso di pittura, la cui premiazione avverrà a fine anno scolastico».

Dal Giornale dell’Umbria, 20 aprile 2010, pag. 35

Attendi