Cerca la tua sede

5 per mille 2010: c’è tempo fino al 7 maggio
26.04.2010

Condividi su

Finalmente online le istruzioni al 5 per mille 2010. L’Agenzia delle
Entrate ha infatti appena pubblicato tutto ciò che serve sapere per
iscriversi ai vari elenchi di competenza.

I settori da beneficiare sono gli stessi individuati per l’anno 2009,
così come sono state confermate le procedure di ammissione e i
requisiti che devono avere i soggetti rientranti nelle diverse
tipologie di enti.

Per l’anno finanziario 2010, dunque, il 5 per mille è destinato alle
seguenti finalità:
a) Finanziamento degli enti del volontariato:

– ONLUS – Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale;
– associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale,
regionali e provinciali;
– associazioni riconosciute che operano nei settori indicati dall’art.
10, comma 1, lettera a) del D.lgs 4/12/1997, n. 460 – pdf;
– fondazioni riconosciute che operano nei settori indicati dall’art.10,
comma 1, lettera a) del D.lgs 4/12/1997, n. 460 – pdf;

b) finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università;
c) finanziamento agli enti della ricerca sanitaria;
d) sostegno delle attività sociale svolte dal comune di residenza del
contribuente;
e) sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute
dal CONI a norma di legge che svolgono una rilevante attività di
interesse sociale.

Modalità di iscrizione degli enti di volontariato
Gli enti del volontariato possono presentare sin d’ora la propria
domanda di iscrizione all’Agenzia delle Entrate.

La domanda va presentata esclusivamente in via telematica, utilizzando
il relativo software, direttamente dai soggetti interessati se
abilitati ai servizi Entratel o Fisconline, ovvero tramite gli
intermediari abilitati, utilizzando il relativo modello – pdf .

L’iscrizione deve essere inviata, a pena di decadenza, entro il 7
maggio 2010. Non saranno accolte le domande pervenute oltre tale data o
con modalità diversa da quella telematica.

L’Agenzia delle Entrate avverte inoltre che all’atto dell’iscrizione il
sistema rilascia una ricevuta che attesta l’avvenuta ricezione e
riepiloga i dati della domanda. La ricevuta contiene un avviso che
segnala l’eventuale discordanza tra il nominativo del legale
rappresentante firmatario della domanda e quello presente.

L’Agenzia delle Entrate in data 14 maggio 2010 pubblicherà sul proprio
sito l’elenco provvisorio degli enti del volontariato. Qualora emergano
errori di iscrizione nell’elenco del volontariato, il legale
rappresentante dell’ente interessato può rivolgersi – direttamente
ovvero mediante un proprio delegato – alla Direzione Regionale
dell’Agenzia nel cui ambito si trova la sede legale dell’ente. Le
richieste di correzione vanno inoltrate entro il 20 maggio 2010.
Verificati gli eventuali errori, l’Agenzia provvederà a pubblicare,
entro il 25 maggio successivo, una versione aggiornata dell’elenco.

Adempimenti successivi all’iscrizione nell’elenco del volontariato
I legali rappresentanti degli enti iscritti nell’elenco pubblicato
dovranno – entro il 30 giugno 2010 – spedire a mezzo raccomandata con
ricevuta di ritorno alla Direzione Regionale dell’Agenzia nel cui
ambito si trova la sede legale dell’ente, una dichiarazione sostitutiva
di atto di notorietà – pdf attestante la persistenza dei requisiti che
danno diritto all’iscrizione.

Alla dichiarazione deve essere allegata (art. 47 del DPR 28 dicembre
2000, n. 445) copia fotostatica non autenticata di un documento di
identità del sottoscrittore. Il mancato rispetto del termine del 30
giugno 2010 e la mancata allegazione del documento di identità alla
dichiarazione sostitutiva costituiscono causa di decadenza dal
beneficio. Gli enti del volontariato devono, infine, trasmettere le
dichiarazioni sostitutive alla Direzione Regionale dell’Agenzia nel cui
ambito si trova la sede legale dell’ente.

Obbligo di rendicontazione
Anche per il 2010 è previsto l’obbligo, per gli enti che hanno ricevuto
il contributo del 5 per mille, di redigere un apposito e separato
rendiconto – corredato da una relazione illustrativa – nel quale devono
indicare in modo chiaro e trasparente quale sia stata la destinazione
delle somme percepite. La redazione di questo documento dovrà essere
effettuata entro un anno dalla ricezione del contributo. Modalità
particolari sono previste per le associazioni sportive dilettantistiche.

Riepilogo scadenze per il volontariato e le associazione sportive
dilettentistiche
Presentazione domanda d’iscrizione 7 maggio 2010
Pubblicazione elenco provvisorio 14 maggio 2010
Richiesta correzione domande 20 maggio 2010
Pubblicazione elenco aggiornato 25 maggio 2010 25 maggio 2010
Pubblicazione dichiarazione sostitutiva 30 giugno 2010 (alle Direzioni
Regionali dell’Agenzia per gli enti di volontariato e agli Uffici
territoriali del CONI per le associazioni sportive dilettantistiche)

Modalità per gli enti di ricerca scientifica e sanitaria
Le istruzioni per Ricerca Scientifica e Università (si legga la nota
del ministero) e Ricerca sanitaria sono ancora da venire; per la
ricerca scientifica è necessario essersi iscritti preventivamente
all’Anagrafe Nazionale della Ricerca, come segnala lo stesso Carlo
Mazzini, esperto di non profit, sul proprio blog.

da www.vita.it

Attendi