Cerca la tua sede

Quesiti vari di natura contabile e fiscale
01.06.2010

Condividi su

Quesito posto dall’Avis comunale Somma Lombardo

• "Sponsorizzare" una A.S.D ( nel caso podistica), per mettere sulla pettorina il logo dell’Avis comunale si configura come pubblicità commerciale?(Avis pagherebbe parte del costo della stampa dando parte del denaro alla A.S.D dietro ricevuta).
R. Non è in realtà una sponsorizzazione ma una attività di autopromozione per la quale paghiamo un corrispettivo ad una ASD che – pertanto – dovrebbe emetterci fattura.

Registro soci, vi è obbligo di vidimazione?
R. Credo stiamo parlando del libro dei volontari; in questo caso la vidimazione è obbligatoria e può essere fatta da pubblico ufficiale (notaio, segretario comunale ecc); nel caso invece del libro dei soci (volontari e "non attivi") il libro può essere tenuto senza alcuna formalità

Quesito posto dall’Avis Provinciale Varese
L’obbligo di rendicontazione spetta a tutte le Avis a qualsiasi livello, ma la responsabilità di una errata comunicazione su chi ricade? Consiglio direttivo? Oppure al presidente della sezione Avis? O a chi eventualmente?
R. Le responsabilità dell’amministrazione dell’ente ricadono in chi amministra; se, relativamente ad una delibera uno o più consiglieri hanno votato contro, o, assente, una volta conosciuto il contenuto ha manifestato il suo dissenso, la responsabilità ricade in chi ha deliberato favorevolmente. (art 18 cc)

Quesiti posti dall’Avis Comunale di Brugherio (MI)
• Esistono degli ambiti precisi di spesa del 5×1000?
• È disponibile un documento pro-forma di rendicontazione per il 5×1000?

R. Non esistono ambiti obbligatori di spesa del 5×1000; ovviamente se una associazione si obbliga ad utilizzarli in un certo modo (Progetto Alfa) l’obbligo se lo è autodefinito, e pertanto dovrà impiegare i fondi in quel progetto; non esiste un pro-forma di rendicontazione ad oggi. Dovrà essere predisposto dal Ministero Lavoro / Welfare di concerto con il Min. Economia. ATTENZIONE: l’obbligo parte dalle somme ricevute per la terza edizione del 5 per mille (2008).

Quesiti posti dall’Avis Provinciale Monza
È possibile erogare somme a favore di soggetti avisini e non in difficoltà economiche sottoforma di "buoni spesa"? in caso affermativo come si inquadrano?
R. No, non è possibile erogare quel tipo di somme.
Come si possono inquadrare contributi raccolti da Avis in favore di eventi tragici (es: terremoto Abruzzo/Haiti)? Oppure a favore di altre onlus/associazioni?
R. Lo statuto AVIS prevede proprio l’intervento delle sedi – anche per la raccolta fondi – in casi specifici: art 3, c 2, num 12 recita – tra le attività – "Promuove e partecipa ad iniziative di raccolta di fondi finalizzate a scopi solidali ed umanitari, al sostegno della ricerca scientifica, alla cooperazione internazionale ed allo sviluppo del settore socio-sanitario ed alla realizzazione di progetti di interesse associativo;"

Quesito posto dall’Avis Provinciale Cremona
Oblazioni di donatori di poco conto 50 euro massimo. Come controllare e se è il caso di fare una ricevuta? Sono versamenti in contanti.
R. il modo migliore per controllare è auto obbligarsi ad emettere le ricevute per qualsiasi importo; in determinati casi – da gestire con molta cautela – è possibile, per gli spiccioli, mettere grossi salvadanai apribili solo da incaricati.
Quesito posto dall’Avis Provinciale Marche
• Quali sono i limiti di impiego dei fondi provenienti dal 5×1000? Possono essere usati per le spese di gestione ordinarie?
R. Assolutamente sì, possono essere utilizzati per le spese ordinarie di gestione in quanto non vi è vincolo di impiego da parte del contribuente, sempre che – cfr quesito prec. – la sede non ne abbia indicato uno.
Attendi