Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 20 gennaio
20.01.2011

Condividi su

Nasce l’Avis a Fabro (Pg)

 

E’ nata anche a Fabro la sezione comunale Avis. Dall’incontro e la
condivisione tra cittadini mossi dallo spirito di solidarietà si è costituito un
comitato promotore formato da quindici persone che avranno il compito di
animare, sostenere e soprattutto accrescere l’attività dell’Avis sul nostro
territorio. Un obiettivo ambizioso quello di avvicinare quanti più cittadini a
compiere il gesto del «dono», mettersi a disposizione degli altri dando

una parte di sé. «Donare sangue – evidenziano all’Avis – avvicina ognuno di noi
agli altri ed alla vita; in una società sempre più spesso votata
all’individualismo, si dimentica l’altro e soprattutto di quanto ciascuno di noi
possa fare per gli altri». Fondamentale, per la costituzione dell’Avis comunale,
il lavoro di coordinamento svolto dal presidente dell’Avis provinciale Dino
Iannaccio e l’interessamento del consigliere comunale Fabio D’Imperio, insignito
del ruolo di coordinatore del comitato comunale.

 

Da “La Nazione Umbria”
Macomer, i nuovi impegni della sede

Nuova campagna dell’Avis di Macomer per la raccolta del sangue. Il 2010 è
andato bene e il risultati sono buoni, ma di sangue ne serve sempre di più e
l’unico modo per incrementare la raccolta è quello di affidarsi alla generosità
dei donatori. Il sangue, infatti, non si produce come un qualsiasi farmaco, ma è
prodotto solo dal corpo umano e chi lo dona compie un atto di grande altruismo e
generosità. Rispetto al 2009 è cresciuto il numero dei donatori e delle sacche
raccolte. Nell’anno che è appena iniziato si cercherà di fare di più diffondendo
la cultura della donazione soprattutto fra i giovani. Una nuova generazione di
donatori può dare continuità all’impegno delle sezione che opera a Macomer da
alcuni decenni distinguendosi per l’impegno e per il lavoro svolto.

Nei giorni scorsi la giunta comunale ha deliberato concedendo l’utilizzo degli
spazi delle ex Caserme Mura per gli appuntamenti con l’autoemoteca del Centro
trasfusionale dell’ospedale San Francesco di Nuoro al quale fa riferimento la
sezione Avis di Macomer. La prima giornata di donazione è fissata per venerdì 4
febbraio. Gli altri appuntamenti previsti dal calendario sono venerdì 8 aprile,
venerdì 3 giugno, sabato 9 luglio, venerdì 28 ottobre e sabato 17 dicembre. Un
altro appuntamento è previsto a Sindia per sabato 28 maggio.

«Nel 2010 abbiamo ottenuto dei buoni risultati – dice il presidente della
sezione Avis di Macomer, Renato Zanella, – ma bisogna fare di più. La domanda di
sangue proveniente dagli ospedali sardi è in crescita e si può rispondere solo
aumentando le donazioni. Per i risultati dell’anno scorso ringrazio tutti i
donatori, soprattutto i più giovani e gli studenti dai quali è sempre arrivata
una risposta generosa. Un ringraziamento particolare ai militari del Reggimento
Genio Guastatori, con i quali abbiamo riallacciato un rapporto interrotto negli
anni scorsi e che speriamo possa continuare anche nel 2011. Grazie di cuore
anche alla popolazione di Sindia dove l’autoemoteca è stata a febbraio e a
dicembre. Non abbiamo completato i conteggi, ma il 2010 è sicuramente positivo
sia per il contributo di Sindia che per la collaborazione instaurata con i
militari». (t.g.t.)

 

Da “La Nuova Sardegna”

Attendi