Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 18 marzo
18.03.2011

Condividi su

Baschi, trofeo Avis Mountain Bike

A Baschi (Pg), prenderà il via, domenica 20 marzo alle ore 9,30, il Trofeo “Avis Comune di Baschi”, valido quale terza prova dell’Umbria Marathon Bike. Organizzazione a cura dell’As Amatori Baschi. Il percorso, lungo 42 km con ritrovo (dalle 8 alle 9) e partenza presso Piazza Italia a Baschi, prevede il primo tratto su asfalto in salita, poi sterrato con salita sdrucciolevole in mezzo ad un vigneto. La gara proseguirà su di uno stradone sterrato, attraversamento di vigneti ed uliveti con tratti tecnici e piccoli single track, ancora una salita impegnativa sempre su sterrato (se asciutto farinoso se bagnato appiccicoso) poi percorso piu scorrevole fino ad una salita impegnativa in asfalto (1 km) poi un single track sterrato che porta fino a Cerreto e deviazione tra percorso lungo e corto.

Il lungo continuerà in salita per un breve tratto in asfalto in direzione Civitella del lago per poi tornare in mezzo agli uliveti ed ai bellissimi boschi che fanno da

cornice al bel borgo nel quale si transiterà per ritornare verso Cerreto e quindi ricongiungersi con il percorso corto, da qui si troverà solo sterrato facilmente pedalabile, ultima salita sterrata 500 mt. e ritorno aBaschi per arrivo in salita su sampietrini attra

verso il paese vecchio.

In concomitanza alla gara è in programma anche una passeggiata ecologica di 20 km denominata Trofeo “Elvio Pinzaglia”.

In Emilia Romagna si libera l’aria
Avis e Regione Emilia-Romagna hanno siglato, per il secondo anno consecutivo, un protocollo
di collaborazione per combattere lo smog e le polveri sottili.
Anche per il 2011 l’Associazione è al fianco della Regione nella campagna Liberiamo l’aria,
che mette in campo una serie di provvedimenti per limitare le emissioni di gas inquinanti e promuovere la mobilità sostenibile.
Le iniziative antismog in regione prevedono azioni di sensibilizzazione e il blocco dei veicoli
più inquinanti durante la settimana, oltre al divieto di circolazione per tutti i mezzi a benzina con meno di tre passeggeri a bordo
nell’intera giornata del giovedì.
Le misure hanno validità fino a fine marzo ma l’impegno delle Avis locali alla sensibilizzazione dei propri donatori continuerà
per tutta la primavera.
Nelle sedi Avis dell’Emilia-Romagna, infatti, i volontari regaleranno ai donatori che decidono di recarsi in bici o in bus all’appuntamento
periodico un campanello per la bicicletta personalizzato con il logo di Liberiamo l’aria.
L’iniziativa è stata molto apprezzata lo scorso anno, quando le varie sedi hanno regalato circa 6.000 campanelli alle donatrici e ai donatori “antismog”.
La voce si è sparsa in fretta e in molti sono arrivati pedalando a chiedere il proprio campanello all’appuntamento periodico.
Le Avis sono disponibili a consegnare ai Comuni emiliano-romagnoli che hanno sottoscritto il protocollo regionale,
il materiale informativo ovunque venga richiesto.
Come per la scorsa edizione, anche quest’anno gli Assessori all’ambiente di questi Comuni hanno ricevuto
una lettera che li invita a farsi portare dai volontari le locandine
della Campagna da affiggere in biblioteche,
URP, centri sportivi, scuole.
La sinergia tra Regione e Avis è importante per rilanciare, nel contesto di una mobilità
eco-compatibile, anche l’abitudine al dono in una regione in cui l’autosufficienza di sangue
non deve mai far “abbassare la guardia”.
I rischi per la salute legati a una mobilità basata sui combustibili fossili sono ormai noti e riguardano tutti:
i donatori di oggi e di domani,
i potenziali riceventi, i cittadini in generale.
La scelta di Avis regionale di contribuire alla campagna
regionale per la qualità dell’aria nasce dalla
consapevolezza che uno stile di vita sano e rispettoso
dell’ambiente dovrebbe essere congeniale
a chi compie un gesto tanto importante
come donare il sangue.

Fonte: Ufficio stampa Avis regionale Emilia Romagna

Attendi