Cerca la tua sede

Pillole di Avis, dalla rassegna stampa del 6 aprile
06.04.2011

Condividi su

Nuova campagna di sensibilizzazione
veronese
“A una Verona che cresce servono più donatori” è lo slogan che
campeggia sui manifesti della nuova campagna di sensibilizzazione
promossa dall’Amministrazione Comunale e dalle Associazioni di donatori
cittadine, tra cui Avis.L’operazione è stata presentata ieri nel corso di una conferenza
stampa a Palazzo Barbieri, sede del Comune. “Verona e la sua provincia
sono sempre state, a livello nazionale, tra le realtà più generose in
tema di donazione di sangue, elemento sempre più indispensabile, con
l’avanzare delle tecniche moderne, per salvare numerose vite – ha
commentato il sindaco, Flavio Tosi. L’obiettivo di questa campagna è
quello di aumentare il
coinvolgimento di tutta la società veronese sul tema della donazione,
della solidarietà, dell’impegno civile e della partecipazione”.

All’incontro era presente anche Giuseppe Aprili, direttore del
Dipartimento interaziendale di medicina trasfusionale cittadino e past
president della SIMTI, Società Italiana di Medicina Trasfusionale e
Immunoematologia: “L’anno scorso le donazioni nel veronese sono
aumentate solo dell’1,5%: un risultato sicuramente eccellente, ma non
del tutto rassicurante a fronte dell’aumento dei consumi”.

Partner ufficiale della campagna sarà il quotidiano locale
“L’Arena”, che dalle sue pagine si farà portavoce di questa iniziativa,
invitando i lettori a compiere un semplice gesto di generosità.
Il dono di Avis per la Residenza sanitaria assistita di
Sassoferrato

Sono due le importanti attrezzature che l’Avis di Sassoferrato (AN)
ha voluto donare nei giorni scorsi alla Rsa (Residenza sanitaria
assistita) locale. Grazie a una raccolta fondi promossa recentemente, i
volontari della nostra Associazione sono riusciti infatti ad acquistare
una carrozzina pieghevole e un defibrillatore semi-automatico che
andranno ad aggiungersi agli altri strumenti attualmente in uso nel
centro medico.
Il momento della donazione è stato assistito dal sindaco di
Sassoferrato Ugo Pesciarelli che ha ringraziato la nostra Associazione
per la donazione dei due macchinari. Nei giorni scorsi la Rsa era
finita infatti nell’elenco delle strutture da riorganizzare e tagliare
quanto a numero di posti.

Come ha osservato il
Presidente dell’Avis Comunale di Sassoferrato, Daniele Azzarello:
“L’entità delle offerte dimostra
ancora una volta come l’Avis sia un’Associazione radicata sul
territorio, ma anche in grado di restituire alla comunità, e non solo
ai propri associati, parte dei proventi della propria attività”.

Attendi