Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 29 aprile
29.04.2011

Condividi su

L’ex ciclista Davide Cassani testimonial dell’Avis di Ravenna“5 x 1000 ad Avis. Per un traguardo di vita, il più importante”. Con questo slogan l’Avis della provincia di Ravenna lancia una campagna con un testimonial d’eccezione: Davide Cassani. L’ex ciclista professionista, oggi giornalista commentatore per la Rai, ha infatti offerto la sua voce e la sua immagine per promuovere la campagna del 5 x 1000.

Cassani, faentino, subentra alla canoista Josefa Idem, sostenitrice di questa
raccolta fondi l’anno scorso. Dunque un’altra figura di spicco dello sport
italiano diventa testimonial provinciale dell’Avis, per rivolgere a tutti un
appello di solidarietà. “Sono stato a lungo un donatore di sangue, anche quando ero un ciclista professionista – dice Cassani, da sempre considerato un esempio di correttezza etica e morale in un mondo, quello del ciclismo, troppo spesso finito nell’occhio del ciclone per eventi negativi – In certi casi basta poco per salvare una vita umana: è sufficiente donare un po’ del nostro sangue, ma a volte non lo facciamo soltanto per pigrizia, o perché non ci arriva il messaggio. Ho accettato di diventare testimonial dell’Avis proprio per dare una mano a comunicare questo bisogno di solidarietà, sensibilizzando tutti, sportivi e non, verso le donazioni”.

Quarta edizione del concorso “Una voce che si nota”

Ha già superato la quota dei 100 iscritti la quarta edizione di “Una Voce che
si Nota”, il concorso canoro organizzato da Avis Provinciale di Mantova con il
patrocinio della Provincia di Mantova. La manifestazione ha raccolto da subito
l’attenzione dei tanti talenti del territorio desiderosi di mettersi alla prova
in quello che è ormai diventato l’appuntamento musicale dell’estate mantovana.
Con questa iniziativa Avis si propone ancora una volta di avvicinare con
entusiasmo i giovani, creando sani momenti di incontro collettivo per far
conoscere l’attività di Avis e l’importanza del dono del sangue.

Il concorso è aperto a tutti i talenti, di età compresa tra i 18 e i 35 anni
(compiuti entro il 31 dicembre prossimo), che potranno presentare un brano edito
o inedito di musica italiana o straniera ed è organizzato in collaborazione con
tutte le Avis comunali della provincia. Per partecipare è necessario contattare
la sede Avis comunale più vicina entro il 30 Aprile. Gli iscritti verranno poi
convocati alla prima fase di preselezione. In seguito ad una prima fase di
preselezioni, il concorso si articolerà in sei serate di qualificazione: 4
giugno a Villimpenta, 17 giugno a Poggio Rusco, 2 luglio a Bagnolo San Vito, 16
luglio a Guidizzolo, 1 agosto a Redondesco e 26 agosto a Borgoforte.
«Nell’ambito della campagna di comunicazione, sensibilizzazione e proselitismo
verso la nostra associazione evidenzia Walter Belluzzi, Presidente dell’Avis
Provinciale – il Concorso Canoro ha avuto un ruolo molto importante nel contatto
verso i giovani».

Da un questionario somministrato ai nuovi donatori è emerso infatti che, nel
periodo in cui si svolge il Concorso Canoro, l’adesione ad Avis aumenta tra i
giovani che partecipano anche come spettatori alle varie serate e nel corso
delle quali comunicano la loro disponibilità alla donazione del sangue. «Il
messaggio universale della musica – prosegue Belluzzi – coinvolge i giovani, li
fa dialogare e li avvicina al mondo della solidarietà e della generosità».

La terza edizione del concorso, che si è concluso nel settembre 2010 alla
Fiera Millenari a di Gonzaga, è stata vinta da Gabriele Geremia. Il 20enne di
Gazzuolo si è imposto grazie alla straordinaria interpretazione del brano di
Leonard Cohen “Hallelujah”. Gabriele si è aggiudicato una borsa di studio
annuale presso una scuola di musica mantovana per affinare le proprie doti
artistiche, la registrazione di un demo in uno studio professionale e la
possibilità di partecipare a diverse finali interprovinciali dei concorsi canori
di Brescia e di Trento. Gli speaker di Radio Pico, da sempre radio ufficiale
della manifestazione, cureranno anche quest’ anno la presentazione delle sei
selezioni e la finalissima di settembre.

Attendi