Cerca la tua sede

Attività musicali e culturali. Quando è meglio costituire una nuova associazione?
22.06.2011

Condividi su

Quesito posto dall’Avis Comunale di Piombino (LI)

La nostra sede, al fine di promuovere la musica tra i giovani, avrebbe intenzione di creare un’associazione culturale che si farebbe promotrice di numerose iniziative come concerti dal vivo, corsi di musica con l’ausilio di diplomati in Conservatorio e dibattiti musicali e culturali. L’attività dell’Associazione culturale verrà svolta in locali di proprietà del Comune di Piombino concessi a titolo gratuito. Richiediamo pertanto la Vostra consulenza sulla fattibilità di tale attività che avremmo intenzione di iniziare in quanto, secondo quanto riferitoci, i diplomati in Conservatorio e i musicisti che cureranno i corsi di musica dovranno percepire dei compensi per le loro prestazioni, mentre i giovani che parteciperanno a questi corsi dovranno versare un quota mensile. Come dovranno essere contabilizzati tali compensi e le quote di partecipazione? Vorremmo sapere se, in base alla nostra attività istituzionale, è possibile costituire un’associazione culturale, introitare le quote di partecipazione dei giovani e rimborsare i compensi ai musicisti, per non incorrere in attività commerciali diverse da quelle tassativamente indicate nel D.M. 25/5/1995.

Risponde il vice-presidente di AVIS Nazionale, Giorgio Dulio

Dalla domanda non è precisato se l’attività culturale musicale che ci si propone di realizzare dovrebbe essere svolta dalla Avis Comunale di Piombino o da una nuova associazione. La prima soluzione (attività facente capo all’Avis Comunale) è sicuramente da sconsigliare. L’attività culturale risulta infatti estranea a quella istituzionale di Avis ed il fatto che con tale attività ci si proponga di realizzare degli introiti derivanti da quote di iscrizione a corsi musicali ipotizzerebbe in capo alla sede entrate di tipo commerciale non marginale, con conseguente perdita della qualifica di Onlus di diritto.

Si consiglia quindi la costituzione di una nuova associazione, del tutto indipendente dall’Avis Comunale di Piombino e dedicata allo svolgimento dell’attività musicale indicata. Tale associazione potrebbe anche valutare la possibilità di qualificarsi come Associazione di Promozione Sociale, usufruendo delle agevolazioni previste per tali associazioni.

Attendi