Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 6 luglio
06.07.2011

Condividi su

Casola, nel verde con Avis

Passeggiate nel verde ed educazione al volontariato per il campus estivo
organizzato dall’Avis di Casola e dal Comitato Culturale-Sportivo Alta Valle
Aulella. A dare il via all’esperienza il presidente dell’Avis della Toscana
Luciano Franchi, il sindaco Riccardo Ballerini, don Daniele Arcari parroco di
Codiponte e Fernando Mosti presidente dell’Avis di Casola insieme alle
animatrici Ramona Santini e Adriana Gazzelle. Il campus durerà due settimane e
si svolge a Casola nel locale della scuola. L’iniziativa punta a sostenere i
giovani nella crescita del valore del volontariato offrendo un percorso
informativo-formativo di educazione ed animazione.

Le giornate saranno caratterizzate da una full immersion nell’ambiente, nel
volontariato e nella natura: passeggiate didattiche nelle meravigliose frazioni,
percorsi volti alla scoperta di come si sono formate le rocce, il Fiume Aulella
e Parco Archeologico delle Statue Stele di Casola, Museo del Territorio
dell’Alta Valle Aulella, visita al Centro Trasfusionale dell’Ospedale di
Fivizzano, quattro giornate nelle salutari piscine Termali di Equi Terme, una
visita all’Orto Botanico dei Frignoli nel Parco Nazionale dell’Appennino
Tosco-Emiliano, e una giornata da favola nel mondo di Pinocchio a Collodi.
Un’esperienza decisamente nuova che mira alla partecipazione attiva dei giovani
e alla vita di gruppo.

Da “La Nazione”

Seimila persone all’Air Show di Robbio

Erano circa 6000 persone, secondo una stima della polizia che ha sorvolato la
zona con un elicottero, sulla circonvallazione di Robbio (Pv) domenica
pomeriggio per assistere all’Air Show in onore del volontariato robbiese. Per
due ore i piloti, che partivano dall’avio superficie di Vercelli, si sono
esibiti sopra un’area di campagna di fronte alla circonvallazione.

Per la prima volta una manifestazione simile si è tenuta in un’area non
aeroportuale. Avis, Croce Azzurra e Robbio nel Cuore avevano organizzato questa
manifestazione negli ultimi mesi mettendo in campo uno schieramento di forze
senza precedenti: 200 volontari della protezione civile, vigili urbani e
carabinieri in congedo a garantire la sicurezza, 8 ambulanze e un punto medico
di soccorso avanzato, oltre un chilometro della ex-statale 596 dei Cairoli
chiuso. Robbio e dintorni hanno risposto alla grande. Quando poi sulla festa
stava calando il tramonto è arrivata anche la telefonata del presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi al sindaco Marcelo Gasperini: «Ho visto un numero
sconosciuto sul cellulare, ho risposto e era la segretaria di Berlusconi che me
l’ha passato – racconta Gasperini – il presidente mi ha fatto i complimenti per
l’organizzazione della festa e per l’alto numero di volontari presenti a Robbio,
che è un caso quasi unico su tutto il territorio nazionale».

Berlusconi ha fatto anche una promessa a Gasperini: «Mi ha detto che appena
potrà verrà a trovare le associazioni di Robbio».

Oltre ai complimenti di Berlusconi sabato pomeriggio erano arrivati anche quelli
del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha inviato anche una
medaglia, e del ministro della difesa Ignazio La Russa.

La festa era iniziata già sabato. Nel pomeriggio le prime esibizioni aeree con
le evoluzioni di Francesco Fornabaio e dei «Paramotoristi Audaci». Alla sera
cena del volontariato con 400 commensali nel ritrovo estivo di piazza san

Pietro con il comico di Colorado Cafè suor Nausicaa. Domenica mattina messa in
piazza Libertà per tutti i volontari di Robbio, officiata dal vescovo di
Vercelli padre Enrico Masseroni. Presente anche il neo elettro presidente della
provincia Daniele Bosone.

Da “La Sesia”

Attendi