Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 14 luglio
14.07.2011

Condividi su

Mantova, bilancio positivo per il progetto scuola

Più di ottocento studenti divisi in 48 classi degli istituti superiori della
provincia di Mantova: il Progetto Scuola, percorso di informazione e formazione
sulla donazione degli organi, può fregiarsi di un bilancio più che positivo.
L’iniziativa è stato inaugurata nel gennaio di quest’anno nell’ambito della più
ampia campagna “La mia Vita in te” per l’educazione alla donazione di midollo
osseo, cellule staminali di organi, tessuti e sangue. Un progetto realizzato in
collaborazione fra le associazioni del dono (Abeo, Aido, Avis ed Admo) Asl,
azienda ospedaliera, Ufficio scolastico Provinciale e Provincia. L’obiettivo è
stato quello di sensibilizzare i cittadini alla donazione e a sviluppare la
collaborazione con altre associazioni di volontariato, enti, comunità, il mondo
delle scuole, i principali comuni della Provincia, le associazione degli
imprenditori, le aziende e le parrocchie.

Si tratta della prima esperienza in Italia che vede la collaborazione, in un
unico progetto, di tanti soggetti diversi sulla tematica delle donazioni. In
totale sono stati coinvolti 838 studenti e 48 classi degli istituti di Mantova,
Castiglione, Sermide, Ostiglia, Poggio Rusco, Suzzara, Palidano e Guidizzolo: 26
incontri, 51 ore di formazione, 6 enti intervenuti con professionisti e
volontari nelle lezioni (Asl, Carlo Poma, Abeo, Aldo, Admo e Avis). Il programma
è stato inaugurato dall’Istituto Virgilio di Mantova e prevedeva due tipologie
di incontri: informativi e formativi. Ma il risultato principale dell’iniziativa
è che al termine degli incontri 308 studenti sui 537 che hanno compilato un
questionario ha manifestato l’intenzione di diventare donatore.

Da “La Gazzetta di Mantova”

Dal Trentino il campione dei ciclisti Avis

Buon sangue non mente. E questa volta è proprio il caso di dirlo per Thomas
Forno, 36 anni, di Cles, che domenica scorsa ha vinto il titolo di campione
italiano assoluto di ciclismo Donatori Avis. La gara, che si è svolta a Fonzaso
in provincia di Belluno, si è disputata sulla distanza di 70 km con alla
partenza un centinaio di concorrenti. Una vittoria a braccia alzate, da
campione: dopo una fuga ad otto, sulla salita finale ha fatto il vuoto vincendo
in scioltezza. Una bella soddisfazione per Forno, dipendente della Tassullo
Materiali e da anni donatore di sangue iscritto all’Avis di Cles che gareggia
come amatore per il Team Pissei Veneto di Feltre.

Thomas Forno (appunto il sangue che non mente…) è cugino dell’ex campione del
mondo professionisti Maurizio Fondriest e nella sua famiglia le due ruote sono
da sempre pane quotidiano. Al ritorno a Cles Thomas è stato festeggiato nel
reparto donatori dell’Ospedale Valli del Noce.

Da “Trentino”

Attendi