Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 13 settembre
13.09.2011

Condividi su

Donare il sangue: quando l’esempio vale píù di tante parole

Il presidente della Provincia di Novara, Diego Sozzani,  il coordinatore
infermieristico del servizio di emergenza urgenza ed elisoccorso di Novara,
Angelo Tredanari, e Gianfranco Zulian, direttore della Struttura di Medicina
legale dell’Asl, nei giorni scorsi si sono presentati alla sede Avis
dell’Ospedale Maggiore di Novara per effettuare la loro donazione.

Ad accogliere i tre ospiti, che sono componenti del “Gruppo donatori Avis 118
di Novara e sostenitori”, c’era il commissario Mario Minola e il direttore della
struttura complessa di Medicina trasfusionale, Maria Vacchini, che ha ricordato
come «il dono del sangue nella sua nobiltà richieda una buona dose di
consapevolezza e dunque di arbitrio responsabile per ciò che significa e ciò che
produce. Partecipare alla donazione e alla promozione della donazione – ha
aggiunto la dottoressa – significa esprimere i propri valori, in un progetto di
cultura intergenerazionale, con un linguaggio universale».

Conclusa a Gonzaga la kermesse di “Una voce che si nota”

Massimiliano Corrà è stato incoronato sabato sera a Gonzaga (MN) il nuovo re
del concorso canoro “Una voce che si nota”, organizzato per il quarto anno
consecutivo dall’Avis provinciale di Mantova. Il giovane interprete bolognese,
fresco vincitore del Festival del Garda, ha raccolto il massimo dei consensi con
una perfetta ed emozionante interpretazione di “I dont want to miss a thing”
degli Aerosmith.

Sul podio sono saliti anche Marco Biasetti, che ha interpretato “This
Masquerade” di George Benson e Raimondo Cataldo, che ha invece proposto “I
believe I can fly”. Ospite d’onore della serata è stato il celebre cantautore
Alberto Fortis, che ha riproposto i suoi maggiori successi.

Attendi