Cerca la tua sede

Pillole di AVIS, dalla rassegna stampa del 29 settembre
29.09.2011

Condividi su

I militari del Trentino in prima linea per la donazione di sangue

Da sempre l’esercito italiano è sensibile ai valori della donazione di sangue, come dimostrano i tanti militari che periodicamente compiono questo gesto di generosità e impegno civico. Ieri è stata la volta del personale del Comando Militare Esercito “Trentino Alto Adige”, tra
cui il Comandante, Generale Fabio Palladini, che si è recato presso la sede di
Trento della nostra Associazione per effettuare una donazione
di sangue.
Il gesto suggella la collaborazione esistente tra i due Enti. In particolare,
nell’ultimo anno il personale militare e civile delle caserme di Trento è stato
particolarmente sensibilizzato sull’importanza della donazione del sangue,
grazie a specifiche campagne di raccolta, nonché conferenze informative
organizzate sul tema.

Solidarietà in rete. Oggi la presentazione del progetto di Avis Basilicata
Verrà illustrato oggi pomeriggio alle 15.30 alla Mediateca Provinciale di Matera
il progetto dell’Avis Regionale Basilicata dal titolo “Solidarietà in rete”.Vincitore del Bando “Sostegno a Programmi e Reti di volontariato” della Fondazione con il Sud,
questo progetto si pone un duplice obiettivo: da un lato migliorare il controllo sul trasporto del sangue, dall’altro rafforzare l’integrazione di alcune comunità di immigrati proprio attraverso quella che è la missione dell’Avis: la promozione alla donazione del sangue.

“Nell’intento di rendere più efficiente la raccolta sangue in Basilicata, –
si legge nel comunicato stampa diramato dalla sede lucana della nostra
Associazione – si è ritenuto di voler installare un sistema di tracciabilità GPS su tutti gli automezzi che trasportano il sangue. Questa innovazione consentirà di conoscerne la posizione esatta in tempo reale, ricevendo al contempo informazioni sui tempi di percorrenza dal momento del prelievo alla consegna e sulla temperatura dei frigoriferi per il sangue, oltre a tutta una serie di altre informazioni utili al trasporto.
Per la parte del progetto legata all’immigrazione, lo scopo è quello di fornire orientamento e informazioni sulla donazione del sangue, sensibilizzando gli immigrati alla logica della donazione. Il tutto con un coinvolgimento importante delle realtà locali, finalizzato alla conoscenza della nostra Associazione. A tal proposito, infatti, sono stati individuati i comuni della
Regione in cui vi è una forte presenza di comunità di immigrati. Nelle
rispettive sedi Avis verrà attivato uno “sportello informativo”, presso il quale
sarà possibile incontrare due volontari opportunamente qualificati. Il secondo
incontro per la presentazione dell’iniziativa è in programma per giovedì 6
ottobre nella Sede Avis Basilicata di Potenza, sempre dalle ore 15.30.

In allegato l’invito alla presentazione di oggi pomeriggio, con il programma degli interventi.

Attendi