Cerca la tua sede

Le unità di raccolta AVIS: stato dell’arte e prospettive future
10.03.2012

Condividi su

Sabato 10 marzo l'Avispark di
Cerese di Virgilio (MN) ospiterà l'incontro dal titolo "Le unità di raccolta
AVIS: stato dell'arte e prospettive future", promosso da AVIS Nazionale e dalla sede provinciale di Mantova.

Il convegno vedrà la partecipazione di Giuliano Grazzini (Direttore del Centro Nazionale
Sangue), Vincenzo Saturni (Presidente AVIS Nazionale), Pasquale Spagnuolo (Responsabile Politiche Sanitarie
AVIS Nazionale), Enrico Capuzzo (Dirigente medico Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale
dell'Azienda Ospedaliera Carlo Poma Mantova), Ivana Menichini
(Necstep Studio Associato) e

Marco Vitale Quiroz (consulente legale AVIS Nazionale).

Queste le parole con cui Saturni spiega le
ragioni di tale importante appuntamento: «Il percorso avviato nel
dicembre 2010 con la sottoscrizione dell'accordo tra Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano sui "Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l'esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti" è ineludibile e condurrà a risultati significativi in termini di sempre maggior qualità e sicurezza del sistema trasfusionale, al quale AVIS fornisce un notevole contributo anche con l'attività delle proprie
Unità di Raccolta.

La sede Nazionale si è attivata in questo senso già a partire dal luglio 2010 con l'organizzazione di un incontro a Bologna su tale argomento e del "Corso di formazione teorico-pratico per Valutatori-Facilitatori di Sistemi Qualità nelle Unità di Raccolta di sangue ed emocomponenti" che si concluderà questo mese.

Con l'incontro del 10 marzo prossimo intendiamo fare il punto sulla situazione dell'applicazione dei requisiti minimi e dell'accreditamento delle nostre Unità di Raccolta e presentare all'Associazione i colleghi che, inseriti in un apposito Albo interno ad AVIS, possano accompagnare in questo percorso tutti i responsabili associativi che ne faranno richiesta per giungere preparati alla scadenza prevista per il 31/12/2014.
Inoltre ci auguriamo di sviluppare ulteriormente la cultura della qualità all'interno di AVIS».

In allegato il programma e la scheda di partecipazione, da inviare alla
Segreteria organizzativa di AVIS Nazionale entro e non oltre mercoledì 7 marzo.

Attendi