Cerca la tua sede

Polizze assicurative per i donatori
11.02.2013

Condividi su

D: La nostra sede comunale ha stipulato una polizza assicurativa a tutela dei
donatori che effettuano il prelievo nei locali di nostra proprietà. Siamo
obbligati a stipulare un’analoga assicurazione per i donatori che si recano,
solo per donare, al’interno della struttura pubblica di un policlinico?
R: In tema di copertura assicurativa dei nostri donatori, la conferenza permanente per i rapporti tra lo
Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, con l’accordo rep.115/rs del 20/03/2008 ha previsto espressamente su quale parte ricade l’onere assicurativo dei donatori. Riportiamo per intero l’art. 8 dell’accordo:

1- Le Regioni e le Province autonome, anche attraverso le aziende sanitarie, stipulano, d’intesa con le associazioni e federezioni di donatori di sangue, idonee polizze assicurative, aggiornate nei massimali, che devono garantire il donatore e il candidato donatore da qualunque rischio, anche in itinere, connesso o derivante dall’accertamento dell’idoneità, dalla donazione di sangue e dei suoi componenti nonché dalla visita ed esami di controllo. La stipula delle polizze assicurative può essere demandata alle associazioni e federazioni
di donatori di sangue autorizzate alla gestione delle unità di raccolta, con
oneri a carico della Regione o Provincia autonoma di riferimento.

2- La polizza
assicurativa è parte integrante della convenzione.
È opportuno, comunque, assicurare, per maggiore tranquillità
dell’associazione, i locali dove si svolge l’attività di donazione e/o
associativa.

Attendi