Cerca la tua sede

Modello 770 e firma revisori contabili
17.07.2013

Condividi su

D: Quest’anno la società che ci gestisce l’amministrazione del personale, in occasione della compilazione del modello 770 ci ha chiesto i dati anagrafici ed il codice fiscale dei componenti il Collegio sindacale. Ciò dovrebbe prevedere la firma del 770 anche da parte del Collegio?
Secondo la nostra lettura dell’art 12 dello statuto l’adeguata professionalità richiesta secondo noi non comporta l’iscrizione all’albo dei revisori contabili. Il nostro collegio dei revisori dei conti è composto da avisini che non sono infatti iscritti all’albo e che quindi non possono firmare un 770.

 

Presidente AVIS Comunale

 

R: Tutti i soggetti che hanno erogato compensi soggetti a ritenuta d’acconto devono compilare il modello 770. La dichiarazione degli enti soggetti ad IRPEG (ora ad IRES), presso i quali esiste un organo di controllo, è sottoscritta anche dalle persone fisiche o dal Presidente del Collegio Sindacale. Le istruzioni di quest’anno del modello 770 precisano che la dichiarazione deve essere sottoscritta anche dai soggetti che sottoscrivono la relazione di revisione. Nelle associazioni che non hanno un obbligo di revisione, e dove l’obbligo contabile è fatto dal Collegio Sindacale o dal Collegio dei Revisori, vanno indicati i dati dei componenti il Collegio e la firma va fatta da ogni sindaco o revisore. Lo statuto di Avis in effetti prevede l’esistenza del Collegio dei Revisori dei Conti, cui spetta il controllo del bilancio e la predisposizione di una apposita relazione. Pur potendovi essere dubbi circa la parificazione tra organo di controllo nel senso indicato dalla legge fiscale e Collegio dei Revisori dei Conti previsto dallo statuto Avis, ritengo ragionevole prevedere che i nostri Revisori possano e debbano sottoscrivere il modello 770. Infatti AVIS è sicuramente compresa tra gli enti soggetti ad Ires (art. 73 del TUIR) sia pure solo per i redditi indicati dall’art. 143. Inoltre l’organo di controllo è istituito e ad esso spetta il controllo contabile e del bilancio. Non è richiesto dallo statuto né dalla legge che i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti di Avis debbano essereiscritti nel Ruolo dei Revisori Contabili. In conclusione quindi ritengo che i Revisori delle strutture avisine possano e debbano firmare il modello 770.
Cordiali saluti
Giorgio Dulio (Tesoriere AVIS NAZIONALE)

Attendi