Cerca la tua sede

Responsabilità penali e personali dell’amministratore
29.04.2014

Condividi su

D: Sono un donatore Avis che è stato eletto amministratore nella propria sede. Vorrei sapere quali sono gli obblighi di questa figura e se rischia qualcosa a livello penale o finanziario nel caso succeda qualche cosa o qualcuno commetta un errore di qualsiasi natura.

 

R: Indubbiamente l’assunzione di una qualunque carica associativa comporta la necessità di conoscere bene i compiti che ci vengono affidati, le responsabilità conseguenti ed i controlli che ognuno di noi deve compiere per evitare di commettere errori. Queste considerazioni valgono anche, ed a maggior ragione, per chi è chiamato a rispondere della gestione delle risorse economiche dell’Associazione. E’ ovvio che la prima virtù che viene richiesta è la correttezza ed onestà di comportamento,ma penso che queste possano essere date per scontate. Altra qualità che deve avere il Tesoriere è la precisione, oserei dire la pignoleria, nel gestire le risorse, chiedendo a tutti gli altri Consiglieri la stessa attenzione. Poi è opportuno avere una adeguata conoscenza delle più elementari norme amministrative, anche sfruttando gli ausili e gli incontri di formazione che Avis periodicamente propone. Non è necessario, particolarmente a livello di Avis Comunali, una preparazione particolarmente specialistica: è sufficiente, anzi essenziale, il buon senso del padre di famiglia, che sa come amministrare al meglio le proprie entrate.
Per quanto riguarda le responsabilità, ricordo che se la struttura ha ottenuto il riconoscimento come persona giuridica, dei debiti contratti risponde unicamente il fondo patrimoniale dell’Associazione. Se invece l’Avis Comunale non ha ottenuto il riconoscimento come persona giuridica, dei debiti rispondono solidalmente sia il patrimonio associativo sia personalmente coloro che hanno agito per conto dell’Associazione.
Ricordo infine che la responsabilità penale è personale, e ricade solo sui soggetti che nella loro attività abbiano commesso un reato.

 

Giorgio Dulio – Tesoriere AVIS NAZIONALE

Attendi