Cerca la tua sede

L’ottimismo fa bene al cuore
13.01.2015

Condividi su

Anche la scienza conferma la veridicità di un antico adagio popolare secondo cui gli ottimisti hanno una migliore salute cardiovascolare. A rivelarlo è uno studio americano condotto dall’università dell’Illinois su oltre 5.100 adulti e pubblicato sulla rivista Health Behaviour and Policy Review. La situazione cardiovascolare dei partecipanti – di età compresa fra i 45 e gli 84 anni – è stata valutata sulla base dei 7 parametri chiave utilizzati dall’American Heart Association: pressione sanguigna, indice di massa corporea, livelli di glicemia e colesterolo, tipo di alimentazione, quantità di attività fisica svolta e vizio del fumo.

In base a questi elementi è stato assegnato un punteggio ai volontari coinvolti nello studio, incrociati con i risultati dei questionari che sono stati fatti compilare per valutare la predisposizione all’ottimismo e la salute mentale. I ricercatori hanno dunque analizzato la relazione fra mente e corpo, mettendo insieme tutti i dati. E sono giunti alla conclusione che gli adulti ottimisti hanno anche un cuore più sano: hanno infatti fra il 50% e il 76% di probabilità in più di collocarsi in una condizione ideale, o intermedia, per la salute cardiovascolare e vantano livelli più bassi di glicemia e colesterolo e comportamenti più sani.

link alla ricerca in inglese

Attendi