Cerca la tua sede

Italia, calano i bimbi in sovrappeso e obesi
22.01.2015

Condividi su

Diminuisce leggermente in Italia la percentuale di bambini tra gli 8 e i 9 anni in sovrappeso o obesi.
Nel 2014 sono risultati in sovrappeso il 20,9% (erano il 23,2% nel 2008) e obesi il 9,8% (erano il 12,0% nel 2008).

I dati arrivano dal sistema di sorveglianza nazionale OKkio alla SALUTE, promosso e finanziato dal Ministero della Salute e coordinato dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità.
L’indagine è stata condotta in collaborazione con tutte le regioni italiane e il Ministero dell’Istruzione.
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono 44 milioni i bambini in eccesso di peso nel mondo, con conseguenze sulla loro salute e la necessità di contrastare tempestivamente tale fenomeno.
L’Action Plan on Childhood Obesity 2014-2020, del febbraio 2014, a cui hanno aderito tutti i Paesi membri dell’Unione Europea, si inserisce proprio in quest’ottica di prevenzione e contrasto. I dati saranno presentati oggi nell’ambito del convegno Stili di vita e stato ponderale dei bambini italiani: i risultati della IV raccolta dati di OKkio alla SALUTE al Ministero della Salute.
Dai dati 2014 emerge che l’8% dei bambini salta la prima colazione e il 31% fa una colazione non adeguata (sbilanciata in termini di carboidrati e proteine). Il 25% dei genitori dichiara che i propri figli non consumano quotidianamente frutta e/o verdura e il 41% dichiara che i propri figli assumono abitualmente bevande zuccherate e/o gassate.
Rimangono piuttosto invariate rispetto al passato anche gli aspetti relativi al movimento e alla sedentarietà. Nel 2014, infatti, il 16% dei bambini non ha svolto attività fisica il giorno precedente l’indagine e il 18% pratica sport per non più di un’ora a settimana.
Attendi