Cerca la tua sede

Cani donatori di sangue
09.02.2015

Condividi su

Promuovere la donazione di sangue come gesto di solidarietà nell’uomo e nel cane: è questo l’obiettivo dell’accordo siglato tra Avis Regionale Toscana e il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Pisa.

Avis Toscana diffonderà attraverso le sue 183 sedi, presenti su tutto il territorio regionale, un dépliant informativo sull’opportunità e sulle modalità di donazione degli animali presso l’Ospedale Didattico Veterinario “Mario Modenato” di San Pietro a Grado (PI), struttura che conta al suo interno moltissimi ambulatori e laboratori di ematologia. Donare sangue è infatti un gesto importante e fondamentale per essere di aiuto ad altri cani che hanno bisogno di trasfusioni in situazioni di emergenza o per curare gravi malattie come tumori o leucemie.

«Non potevamo restare insensibili a quest’appello – commenta il vice presidente vicario di Avis Toscana, Roberta Pasquini. Peraltro, si tratta di un progetto partito in via sperimentale nel 2012 con la collaborazione di Avis Livorno `Porta il tuo cane a donare´ che si è concretizzato con la realizzazione di uno spot e di una ricerca nella quale si evidenziava che molti proprietari dei cani donatori erano a loro volta donatori o iscritti ad associazioni di volontariato. Visti gli ottimi risultati conseguiti, Avis ha deciso di estenderlo a tutto il territorio regionale»

«Il Dipartimento di Scienze Veterinarie – ha commentato la prof.ssa Daniela Gianfaldoni in qualità di Direttore – da oltre 20 anni rivolge particolare attenzione al settore della Medicina Trasfusionale soprattutto grazie alla presenza di una struttura all’avanguardia come l’Ospedale Didattico Veterinario di San Piero a Grado, dove esistono le competenze e la strumentazione necessarie per questa tipologia di attività. La collaborazione con Avis permetterà di sensibilizzare un numero sempre più ampio di persone ed educarle a compiere un’azione semplice che può aiutare altri cani a vivere».

«Si tratta di una bella iniziativa simpatica ed originale, ma soprattutto una buona pratica della nostra realtà regionale toscana – ha dichiarato il Presidente di AVIS Nazionale, Vincenzo Saturni, intervistato sull’argomento da Corriere Sociale – da riprendere e rilanciare su scala nazionale».

Ecco come si svolgerà la donazione: il medico veterinario eseguirà una visita clinica completa per valutare l’idoneità dell’animale, che dovrà essere regolarmente iscritto all’Anagrafe Canina, e nel caso in cui sia in possesso di tutti i requisiti, procederà con il prelievo di sangue per la tipizzazione del gruppo sanguigno. Al momento della donazione, i cani candidati donatori saranno sottoposti gratuitamente alla visita clinica e agli esami del sangue. La donazione di sangue è sicura e indolore e può essere ripetuta ogni 3 mesi. Qualora il cane sia donatore, in caso di necessità riceverà gratuitamente una trasfusione e il consulto per i suoi problemi da parte dello staff del Centro Trasfusionale Veterinario.

Come per gli umani, ci sono dei parametri da rispettare: l’animale deve avere un’età compresa tra i 2 e gli 8 anni, essere in buona salute e pesare almeno 25 kg. Per candidare il proprio cane alla donazione è sufficiente contattare il Dipartimento ai seguenti recapiti: tel. centralino: 050 2210100, e-mail:george.lubas@unipi.it, agavazza@vet.unipi.it.

Attendi