Cerca la tua sede

Riforma Terzo settore, se ne è discusso a Stresa
09.02.2015

Condividi su

Sabato 7 febbraio l’hotel Regina Palace di Stresa (Vb) ha ospitato un importante momento di riflessione sulla riforma del Terzo Settore, alla presenza del sottosegretario alle politiche sociali – nonché tra i principali ispiratori del processo legislativo sull’argomento– Luigi Bobba.
L’evento è stato organizzato da Avis regionale Piemonte, in collaborazione con Avis regionale Lombardia ed Emilia Romagna, e con la presenza del presidente di AVIS NAZIONALE, Vincenzo Saturni.
Proprio il presidente Saturni ha aperto gli interventi sottolineando la volontà che l’associazione ha storicamento affermato di voler far parte a tutto tondo del mondo del volontariato, e da qui la partecipazione con il proprio contributo alla riforma del terzo settore.
Saturni ha anche chiesto che l’intero processo non venga confuso con una esternalizzazione al minor costo possibile, perché questo snaturerebbe il volontariato e la sua capacità di dare risposte e contribuire al bene comune.
Nel suo intervento, Luigi Bobba ha confermato l’importanza che il governo assegna al Terzo Settore, ribadendo la necessità di una semplificazione e di un accorpamento di tutte le norme finora esistenti, sia dal punto di vista civilistico sia fiscale.

Bobba ha richiamato gli articoli della Costituzione che salvaguardano e valorizzano la libertà di associarsi e richiamato una frase significativa di Lord Beveridge, fondatore del moderno Welfare, per il quale tale libertà era il primo obiettivo da tutelare per uno Stato moderno.

Attendi