Cerca la tua sede

Obesità in Europa, preoccupazione crescente
19.05.2015

Condividi su

In occasione dell’European Obesity Day che si celebra il 16 maggio sono stati presentati i dati di una ricerca europea che rivela come, nonostante le preoccupazioni per una minaccia in costante crescita, resta ancora poco diffusa la conoscenza dei rischi legati all’obesità. L’indagine, svolta su un campione di oltre 14.000 individui in sette Paesi europei (Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia e Regno Unito) è stata condotta dalla società di ricerca indipendente Opinium, in collaborazione con l’Associazione Europea per lo Studio dell’Obesità (EASO), e il supporto di Medtronic.

“L’obesità rappresenta uno dei pericoli maggiori per la salute e per il benessere della nostra società ed è in costante crescita”, spiega Paolo Sbraccia, Presidente della Società Italiana dell’Obesità (SIO) e rappresentante italiano di EASO. “In alcuni Paesi europei, ben sei individui su dieci sono classificati come obesi o in sovrappeso; si prevede che entro il 2030 questa proporzione riguarderà nove individui su dieci. Nonostante ciò, molti sembrano non avere la giusta percezione delle gravi conseguenze legate all’obesità”.

leggi articolo completo su Quotidiano Sanità

Attendi