HIV e malattie infettive: AVIS in prima linea
01.03.2016

Condividi su

Si è tenuto sabato scorso a San Donato Milanese il corso E.C.M. (Educazione Continua in Medicina) dal titolo “Comportamenti a rischio e donazione di sangue: l’importanza dell’informazione e della selezione per la massima sicurezza trasfusionale”.

L’incontro è stato promosso da AVIS Nazionale, in collaborazione con Avis Regionale Lombardia, ed era rivolto a dirigenti associativi, responsabili delle Unità di Raccolta AVIS, medici, infermieri, tecnici di laboratorio e psicologi.

Il prof. Paolo Grossi, Direttore della scuola di specializzazione in malattie infettive dell’Università dell’Insubria, ha aperto la prima sessione di lavori tracciando un excursus storico dell’infezione da HIV.

Si è poi passati alle relazioni di Barbara Suligoi, Direttore Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità, e di Simonetta Pupella, Direttore dell’Area sanitaria e sistemi ispettivi del Centro Nazionale Sangue. A loro è stato affidato il compito di affrontare il tema dell’epidemiologia dell’infezione da HIV, con particolare attenzione alle implicazioni in ambito trasfusionale.Il prof. Marco Bellani, docente di Psicologia Clinica all’Università dell’Insubria, ha quindi posto l’accento sul ruolo essenziale del counsellor, profilo professionale che si occupa dell’accoglienza dei donatori, dell’ascolto attivo dei loro bisogni e della promozione, attraverso il dialogo diretto, degli stili di vita sani.

Una riflessione e un confronto tra i partecipanti si sono sviluppati nella sessione pomeridiana all’interno di gruppi di lavoro rivolti, rispettivamente, a dirigenti associativi, responsabili delle Unità di Raccolta Avis e al personale sanitario. In quest’ultimo gruppo si è parlato in particolare della selezione del donatore alla luce delle nuove disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti.
Argomenti, tutti questi, ai quali sarà dedicato un ampio approfondimento sul prossimo numero del nostro periodico AVIS SOS, in uscita a fine marzo.

Attendi