Cerca la tua sede

Forum Giovani in Libano, la cronaca di tutti i lavori
31.08.2016

Condividi su

Harissa, Libano, 24-28 agosto 2016
Prima di aprire il racconto del Forum Internazionale, i ragazzi della delegazione Avis presente in Libano, così come i nostri amici volontari degli altri Paesi presenti, esprimono il loro cordoglio e vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto che ha sconvolto il Centro Italia.
Il 16esimo Forum Internazionale Giovani FIODS si è aperto nella serata di mercoledì 24 agosto con il tradizionale market e serata culturale, dove ogni delegazione ha avuto la possibilità di presentare in modo creativo le proprie tradizioni, cibi e gadget dalle rispettive associazioni di donatori. Le delegazioni presenti al Forum provengono da: Libano, Italia, Danimarca, Norvegia, Lituania, Marocco, Portogallo, Grecia, Romania, Albania, Maldive, Algeria.
La prima giornata di lavori è iniziata con una presentazione tenuta da Alice Simonetti (Presidente IYC) e Dimitris Tantsidis (Segretario Generale IYC), sulla struttura e la mission della FIODS e del Comitato Giovani IYC.

Dopo l’apertura dei lavori da parte di Yorgui Teyrouz, Presidente dell’associazione ospitante Donner Sang Compter (DSC), la parola è stata presa da David Haskell, co-fondatore della Dreams InDeed International, che, insieme alla moglie Janice Hayashi-Haskell, ha parlato della differenza tra sogni e valori e buone idee e fantasie, portando la sua esperienza personale su come tradurre i propri sogni in azioni di cambiamento non solo personale ma soprattutto dell’ambiente circostante.

La sessione è stata anche interattiva ed ha coinvolto i delegati nella ricerca dei giusti ingredienti per perseguire il “sogno” che vogliamo condividere per le nostre Associazioni, concordando sull’importanza di valori condivisi e della loro trasmissione.
Dopo la pausa pranzo, la sessione pomeridiana è iniziata con la “Marshmallow challenge”, una team-building activity che è servita a stimolare la collaborazione all’interno dei gruppi e la loro velocità nel trovare soluzioni efficaci.
La sessione successiva ha avuto come relatore Gavin Evans, Executive Director del Global Blood Fund, che, attraverso i linguaggi del marketing, ha illustrato metodi e strategie a diversi livelli per reclutare nuovi donatori e volontari, incuriosendoli con iniziative di vario genere. Il pomeriggio si è concluso con le presentazioni sul tema trattato, da parte delle delegazioni di Italia, Danimarca, Libano, Maldive e Marocco. Quella di Avis è stata curata da Filippo Pozzoli, Francesca Gorga, Massimiliano Zaffarano e Laura Felli.

La giornata si è conclusa con una cena tradizionale libanese seguita da balli tipici, che ha contribuito a creare un clima di amicizia e collaborazione tra tutti i partecipanti, come recita il motto del Forum: Exchange, Explore, Enjoy. Per le prime due giornate è tutto,

Yalla

26-27 agosto 2016

Proseguono i lavori della delegazione italiana impegnata nel sedicesimo International Youth Forum dalla FIODS/IFBDO sotto l’organizzazione della locale associazione Donner Sang Compter.
Terzo giorno all’insegna del teambuilding e del networking internazionale, con un’escursione di un’intera giornata alle grotte di Jeito e alla riserva nazionale di cedri di Barouk Al-Shouf.
Tra le due bellissime cornici, una serie di mini-task proposte al fine di impegnare al massimo le risorse individuali e le dinamiche di gruppo, aiutando ciascuno a meglio delineare il proprio profilo all’interno di una squadra differenziata e di molteplici individualità.
Il giorno successivo si sono ripresi i lavori on topic, aprendo la sessione sulla fidelizzazione dei donatori dopo la prima donazione. A condurre la sessione, lo stesso professor Gavin Evans che ha coordinato quella dedicata al reclutamento di nuovi donatori.
Molteplici i temi trattati al riguardo, tra cui anche la gestione delle emergenze su base di donatori regolari e a fronte di improvvisa e ingente propensione alla donazione da parte di non donatori. Tema che ha toccato particolarmente e nell’attualità la nostra delegazione, in continuo aggiornamento con le proprie sedi locali circa i tragici fatti degli scorsi giorni, ai cui colpiti rinnoviamo tutta la nostra solidarietà.
Nel corso della sessione, impreziosita dalle testimonianze di Charbel Maroune (paziente guarito dalla leucemia grazie alle innumerevoli trasfusioni di donatori regolari) e Dany Tinawi (ispiratore dell’associazione locale Donner Sang Compter e recordman libanese di donazioni di sangue) si sono susseguite le presentazioni delle delegazioni di Libano, Italia e Danimarca.
Nel pomeriggio la sessione è ripresa nuovamente nel segno del lavoro di squadra internazionale, con un gioco in stile “caccia al tesoro” nella vicina Byblos.

La serata conclusiva in una cornice informale ha mostrato un gruppo molto affiatato sebbene formatosi da soli pochi giorni, prova della bontà dei lavori immersivi condotti in questi giorni.

L’ultima sessione di lavori del Forum, nella mattinata di domenica 28 agosto, ha visto invece al centro gli stessi volontari attivi nelle associazioni di donatori, con un confronto aperto sulle loro diverse caratteristiche, modalità di reclutamento e motivazione.
A seguire, gli attesi rinnovi dei ruoli di responsabilità nel Comitato Giovani FIODS/IFBDO, dove Alice Simonetti è stata riconfermata nel Board con il ruolo di Segretario Generale e Filippo Pozzoli è entrato nel team come Delegato Continentale Europeo.
Con il confronto finale su quanto appreso sui temi in programma e sulle opportunità di ulteriore miglioramento della cooperazione tra le associazioni rappresentate, il 16esimo Forum Internazionale Giovani FIODS/IFBDO è volto al termine. Cinque giorni di formazione, scambio di esperienze ed attività di gruppo che ogni volontario presente saprà certamente portare con sè e valorizzare al meglio nella propria organizzazione.
One love, one blood
Let’s get together and give some blood!
Yalla!
Attendi