Alcol: aumentano i consumi. La relazione del Ministro della Salute
06.04.2017

Condividi su

Secondo i dati ISTAT, nel corso del 2015 il 64,5% degli italiani di 11 anni e più (pari a 35 milioni e 64 mila persone) ha consumato almeno una bevanda alcolica, con netta prevalenza tra i maschi (77,9%). Un dato in crescita, rispetto all’anno precedente, confermato anche dalla rilevazione europea “Health For All”, che mostra un incremento nel corso degli ultimi anni nella quantità di alcol consumato dalla popolazione ultra quindicenne del nostro Paese.

 

A crescere sono soprattutto i consumi occasionali e fuori pasto, mentre diminuisce la percentuale di consumatori giornalieri.
In particolare, resta allarmante il fenomeno del binge drinking, cioè l’assunzione di numerose unità alcoliche al di fuori dei pasti e in un breve arco di tempo, che nel 2015 è stata pari a 10,8% tra gli uomini e 3,1% tra le donne di età superiore a 11 anni.

 

Un fenomeno, questo, che ha reso necessario mettere in campo iniziative informative e di sensibilizzazione come “Non perderti in un bicchiere” o “In ogni serata c’è chi beve e chi si diverte…e tu?” promosse dal Ministero della Salute e illustrare ampiamente nella relazione al Parlamento sugli interventi realizzati ai senso della Legge quadro in materia di alcol, disponibile a questo link.

 

Anche AVIS, dal canto suo, ha intensificato negli ultimi anni il suo impegno nella promozione di comportamenti sani e corretti, come dimostra la ricerca “AVIS per EXPO” condotta nel 2015, da cui è emerso che i donatori di sangue sono mediamente più informati sulla relazione tra stile di vita e salute.

Scarica
Attendi