Pietro Varasi nominato Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana
09.08.2017

Condividi su

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito a Pietro Varasi l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine “al Merito della Repubblica italiana” per oltre 50 anni di impegno e dedizione nel volontariato e in AVIS.

 

Numerosi gli incarichi ricoperti da Varasi nel corso della sua lunga attività associativa, a livello locale (a Milano e in Lombardia) e a livello nazionale, dove è stato – tra l’altro – vicepresidente e segretario generale per diversi mandati.  «Sono profondamente commosso per questo riconoscimento – ha dichiarato – che giunge in un anno davvero particolare, quello del novantesimo anniversario di fondazione di AVIS. Sono orgoglioso di aver contribuito alla crescita di questa grande realtà, che nel corso della sua lunga esistenza ha dovuto superare tanti ostacoli, ma ha saputo preservare quello spirito di solidarietà che da sempre la contraddistingue».

 

«Pietro Varasi ha dedicato la sua vita alla nostra Associazione – ha commentato il Presidente di AVIS Nazionale, Alberto Argentoni. Ha conosciuto direttamente i padri fondatori, l’ha vista crescere e raggiungere traguardi come il primo milione di donatori nel 1978 e il primo milione di soci nel 2004. Ha contribuito a rinnovarne l’organizzazione dal punto di vista interno ed esterno, favorendo il coinvolgimento dei giovani e promuovendo campagne di comunicazione innovative e sempre al passo con i tempi.
La sua memoria storica ci ha permesso di ricostruire i nostri novant’anni, ripercorrendo i grandi eventi e anche i piccoli aneddoti che hanno intensificato il nostro senso di appartenenza a questa grande famiglia.
Se AVIS è diventata quello che è oggi, cioè una delle più importanti associazioni di volontariato a livello italiano e internazionale, il merito è anche suo».

Attendi