Il cordoglio di AVIS per la morte del prof. Mandelli, presidente di AIL
16.07.2018

Condividi su

E’morto ieri all’età di 87 anni il professor Franco Mandelli, presidente onorario di AIL (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma) ed ematologo di fama internazionale.

Alla famiglia del professore e ad AIL, AVIS esprime – a nome del suo 1.300.000 donatori di sangue – le più sentite condoglianze.

Per ricordare Mandelli e il suo straordinario impegno nella ricerca scientifica e nel volontariato, pubblichiamo la nota di AIL:

 

“Addio al nostro Presidente Professor Franco Mandelli, una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà. Anima della nostra organizzazione di cui era Presidente Onorario e fondatore del GIMEMA. Ha pubblicato più di 700 studi scientifici. L’AIL tutta su stringe con riconoscenza e grande affetto alla sua famiglia”.

 

 

Chi era Franco Mandelli

 

Cominciò a lavorare e studiare in un’epoca in cui avere una leucemia o un linfoma significava andare in contro a una morte quasi certa. Ha combattuto tutta la vita per cercare di trasformare queste malattie, che rimangono terribili, in patologie comuni, che si possono sconfiggere. La sua autobiografia, edita da Sperling, si chiama ‘Ho sognato una vita senza cancro. La vita e le battaglie di un uomo che non si arrende’.

 

Dall’anno 1968-69 è stato professore di Ematologia dell’Università “Sapienza” di Roma e dal  1975 al 2006  ha diretto la Scuola di Specializzazione in Ematologia dell’Università “Sapienza” di Roma. Dal 2011 è Professore emerito di Ematologia dell’Università “ Sapienza” di Roma.

 

Dal 1979 al 2003 ha diretto il Centro di Ematologia dell’Università “Sapienza” di Roma,  da lui creato, con reparti ospedalieri di ricovero per anziani, adulti e bambini, centro trapianti di cellule staminali, pronto soccorso ematologico funzionante 24 ore su 24, ambulatori, servizio per le malattie emorragiche e trombotiche. Ha creato la casa AIL “residenza Vanessa” situata nelle immediate vicinanze del centro di Ematologia, per alloggiare gratuitamente malati di fuori Roma. Dal 2004 è stato Presidente dell’AIL, l’Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma. Dal 1998 è Presidente della Fondazione GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto).

Attendi