Cerca la tua sede

Al via la 4^edizione della scuola di formazione con CAMPUS: protagonisti i giovani dirigenti
18.10.2018

Condividi su

Torna, per la sua quarta edizione, la scuola nazionale di formazione AVIS con Fondazione Campus.

25 dirigenti volontari di AVIS (19 femmine e 6 maschi), tutti di età inferiore ai 45 anni e in rappresentanza di tutte le aree geografiche del Paese, parteciperanno a 3 moduli formativi (presso l’Università Statale di Milano) che affronteranno le principali tematiche di un ente di terzo settore come AVIS.

Molto bassa l’età media dei partecipanti (26 anni), con addirittura due allievi under 21 e omogenea la distribuzione (11 dal Nord, 7 dal Centro e dal 7 Sud e dalle Isole).

Il progetto della scuola è realizzato in collaborazione con Kedrion Biopharma e il patrocinio del dipartimento di scienze giuridiche “Cesare Beccaria” di Milano.

L’obiettivo è quello di accrescere il grado di consapevolezza dei partecipanti rispetto ai temi della gestione manageriale di strutture non profit, delle relazioni pubbliche e istituzionali, delle questioni etiche legate al mondo AVIS e dei modelli di Sistema Sangue in Europa.

“Non c’è futuro per AVIS senza formazione – spiega il presidente nazionale, Gianpietro Briola – e l’età media molto bassa dei partecipanti è sicuramente un ottimo segnale per l’Associazione. Oggi è sempre più importante avere dirigenti del volontariato che sappiano conciliare un’adeguata preparazione sui temi di propria competenza e una capacità di vivere i valori che AVIS porta avanti da oltre 90 anni. A tutti i partecipanti auguro un lavoro proficuo e la possibilità di portare nelle proprie sedi e nel proprio vissuto un bagaglio di conoscenze e ideali in grado di far affrontare con ottimismo le tante sfide che ci attendono”.

Il primo modulo formativo – in programma il 19 e 20 ottobre – è dedicato a ‘Etica, dono e mercato’ e si propone di analizzare il rapporto tra questi temi a partire da domande come: esistono limiti morali al mercato? Come si può dare attuazione a tali vincoli? È possibile, ed è necessaria, una etica pubblica? Come si connettono queste domande all’attività di AVIS e alla donazione del sangue in generale?

Il programma della due giorni prevede i saluti istituzionali del Presidente nazionale di AVIS, Gianpietro Briola, e di Salvatore Veca (Presidente Fondazione Campus)

 

A seguire vi saranno gli interventi di Nicola Pasini (Università di Milano), Corrado Del Bò (Università di Milano e coordinatore scientifico della scuola), Federico Zuolo (Università di Genova), Riccardo Puglisi (Università di Pavia) e Maria Cristina Antonucci (CNR Roma).

Le conclusioni saranno affidate a Gianpietro Briola e Corrado Del Bò modulo formativo

I successivi moduli si terranno il 16-17 novembre (Organizzazione e gestione del non profit) e il 14-15 dicembre su ‘Politica e comunicazione nel non profit’.

Attendi