Cerca la tua sede

Le parole del Papa su gratuità e donazione di sangue per la Giornata mondiale del malato
08.02.2019

Condividi su

L’11 febbraio si celebra in tutto il mondo la Giornata del malato della Chiesa cattolica.

Anche quest’anno Papa Francesco ha voluto riflettere sull’importanza di questo appuntamento, con parole che hanno riguardato tra l’altro il valore della gratuità, specie nel campo della donazione di sangue ed organi.

Citando il vangelo di Matteo (Mt 10,8), il titolo del messaggio papale è stato ‘Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date’.

 

“La gratuità umana è il lievito dell’azione dei volontari che tanta importanza hanno nel settore socio-sanitario e che vivono in modo eloquente la spiritualità del Buon Samaritano. Ringrazio e incoraggio tutte le associazioni di volontariato che si occupano di trasporto e soccorso dei pazienti, quelle che provvedono alle donazioni di sangue, di tessuti e organi. Uno speciale ambito in cui la vostra presenza esprime l’attenzione della Chiesa è quello della tutela dei diritti dei malati, soprattutto di quanti sono affetti da patologie che richiedono cure speciali, senza dimenticare il campo della sensibilizzazione e della prevenzione. Sono di fondamentale importanza i vostri servizi di volontariato nelle strutture sanitarie e a domicilio, che vanno dall’assistenza sanitaria al sostegno spirituale. Ne beneficiano tante persone malate, sole, anziane, con fragilità psichiche e motorie. Vi esorto a continuare ad essere segno della presenza della Chiesa nel mondo secolarizzato. Il volontario è un amico disinteressato a cui si possono confidare pensieri ed emozioni; attraverso l’ascolto egli crea le condizioni per cui il malato, da passivo oggetto di cure, diventa soggetto attivo e protagonista di un rapporto di reciprocità, capace di recuperare la speranza, meglio disposto ad accettare le terapie. Il volontariato comunica valori, comportamenti e stili di vita che hanno al centro il fermento del donare. È anche così che si realizza l’umanizzazione delle cure”.

 

 

La Giornata mondiale del malato è una ricorrenza della chiesa cattolica istituita il 13 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II. La data dell’11 febbraio coincide con la memoria liturgica della Madonna di Lourdes.

Attendi