Cerca la tua sede

Ciao Presidente. Il dolore di AVIS per la morte del prof. Zorzi
10.05.2019

Condividi su

Ha colpito tutta AVIS la notizia della morte avvenuta oggi, all’età di 99 anni, dell’ex presidente nazionale Mario Zorzi.

 

“Siamo profondamente addolorati – commenta il presidente nazionale, Gianpietro Briola –  e ci stringiamo al dolore della famiglia, della moglie Pierina e dei figli che sono stati al fianco del caro Mario per tantissimi anni.

Il contributo che il dott. Zorzi ha dato alla crescita della nostra Associazione nel corso di tutta la sua vita e in particolare durante la sua presidenza nazionale, in un periodo particolarmente delicato per il nostro Paese come quello tra gli anni Settanta e Ottanta, resterà per sempre nella memoria storica di AVIS. Il suo impegno, la sua costanza e il suo amore incondizionato per i valori del volontariato del sangue devono essere un modello per tutti noi e per le generazioni future”.

 

Nato nel 1920 a Brescia, Zorzi si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Pavia nel 1945 e ha ricoperto la cattedra di Tecnicadiagnostica istopatologica all’Università degli Studi di Milano.

 

Sposato e con 6 figli, Zorzi – dopo l’impegno con AVIS nel territorio della sua città e della sua provincia – è stato eletto presidente dell’Associazione nel 1979 (per rimanervi fino al 1987) e successivamente nominato medaglia d’oro al merito della Sanità pubblica. Rispetto agli anni del suo impegno come presidente, ha conservato questo ricordo: “Sono stati anni di grande difficoltà dal punto di vista organizzativo, perché anche la medicina stava cambiando epoca. Dall’ uso del sangue a scopo soltanto sostitutivo per un grave trauma si è passati alla fase in cui il sangue è diventato la fonte di un medicamento”.

Anche negli ultimi anni il prof. Zorzi non ha mancato di partecipare alla vita associativa, portando la sua esperienza in diversi incontri (tra cui il Forum giovani del 2014). Nel 2017, in occasione del 90mo di fondazione di AVIS NAZIONALE, intervenne telefonicamente alla cerimonia pubblica a Palazzo Marino (Milano).

 

 

I funerali saranno celebrati lunedì 13 maggio, alle ore 13.45, nella parrocchia SS. Faustino e Giovita di Brescia (partendo dall’obitorio della Poliambulanza alle 13.30).

 

I telegrammi di cordoglio possono essere inviati alla moglie, sig.ra Pierina Faccini – via Val di Fiemme 13, 25123 Brescia

Attendi