Cerca la tua sede

AVIS e Sferisterio nel segno di #rossodesiderio
24.05.2019

Condividi su

Si tinge di rosso desiderio e di rosso AVIS la cinquantacinquesima edizione del Festival di Macerata, che è stata presentata il 21 maggio a Milano (dopo una splendida anticipazione durante l’Assemblea generale di Riccione). Rosso desiderio è il fil rouge che attraversa il programma che sarà inaugurato il 19 luglio con un nuovo allestimento di Carmen, e continuerà con il Macbeth di Emma Dante e il Rigoletto di Federico Grazzini. Ma #rossodesiderio è anche l’hashtag che sono invitati ad utilizzare gli spettatori per le loro foto. Nel ricco programma sono previsti aperitivi in loggione, feste a tema sul palcoscenico dello Sferisterio (trasformato ad esempio in milonga per Carmen) e una lunga serie di eventi aperti a pubblici diversi: fra i personaggi coinvolti anche Sergio Rubini e Mahmood.

 

Dal 2 al 4 agosto si svolgerà InclusivOpera, una serie di attività per rendere l’opera accessibile a tutti con audioguide per non vedenti e percorsi tattili.

 

La nostra Associazione sarà inoltre charity partner del Macerata Opera Festival. Nei prossimi mesi, attraverso i volontari che saranno in arena durante gli spettacoli, Avis sensibilizzerà il pubblico non solo alle donazioni economiche per l’acquisto di nuove apparecchiature per l’ospedale di Macerata, ma soprattutto alla donazione di sangue. L’ultima recita di “Carmen” del 10 agosto, inoltre, sarà dedicata ad AVIS: chi acquisterà i biglietti per questa data darà un contributo aggiuntivo di 2 euro per la raccolta fondi.

 

Nel corso della presentazione a Milano, davanti al sindaco di Macerata, Romano Carancini, il presidente di AVIS ha sottolineato l’importanza di questa collaborazione. “Se è vero che in alcune opere teatrali il sangue si versa, la nostra presenza è invece lì a ricordare che il sangue si dona e non si versa”.

Attendi