Cerca la tua sede

Medicina di genere in ambito trasfusionale
20.08.2019

Condividi su

Sabato 5 ottobre, Trento ospiterà il convegno ‘Medicina di genere in ambito trasfusionale: dalla clinica alla gestione del donatore di sangue’.
Organizzato dalla sede regionale Avis del Trentino e dalla comunale di Trento, l’evento ha il patrocinio di AVIS NAZIONALE e di importanti realtà come SIMTI.

 

Il convegno è valido anche come corso ECM per alcune categorie professionali.

 

Perché un convegno sulla medicina di genere?

 

La Conferenza Stato-Regioni del 30 maggio 2019 ha approvato il Piano per l’applicazione e la diffusione della Medicina di Genere, in attuazione della Legge 3/2018: in esso viene garantito per la prima volta l’inserimento del parametro “genere” nella medicina.
La Medicina di Genere è definita dall’OMS come lo studio dell’influenza delle differenze biologiche (definite dal sesso) e socio-economiche-culturali (definite dal genere) sullo stato di salute e di malattia di ogni persona. Nell’attuale contesto sanitario, dove si privilegia una visione clinica basata su principi di medicina personalizzata, risulta fondamentale la piena consapevolezza delle diversità globali tra uomo e donna, che si traducono spesso in differenze di incidenza, sintomatologia e gravità delle patologie, in diversità di risposta alle terapie e reazioni avverse ai farmaci.
Anche nella Medicina Trasfusionale tali peculiarità trovano frequentemente riscontro come nella selezione e gestione dei donatori, nel rilievo di reazioni avverse, nelle motivazioni associative e nelle potenzialità diversificate del dono di sangue ed emocomponenti.

Il convegno si prefigge la condivisione di problematiche legate al genere tra professionisti sanitari e dirigenti associativi AVIS in un’ottica di miglioramento dei percorsi donazionali e di crescita dei processi di fidelizzazione dei donatori.

 

scarica programma

Attendi