Cerca la tua sede

Forum Internazionale Giovani: le prime giornate a Baku
24.08.2019

Condividi su

E’iniziato mercoledì sera, a Baku, capitale dell’Azerbaijan, il forum internazionale giovani (IYF) della Fiods, la Federazione Internazionale delle Organizzazioni dei donatori di sangue.

 

Dopo aver letto nei giorni scorsi le loro testimonianze e aspettative, riviviamo nel report che ci hanno inviato la cronaca delle prime 2 giornate.

 

“Si sono aperti i lavori come al solito con il market, dove i partecipanti di ogni delegazione hanno presentato i prodotti tipici del proprio paese e alcuni gadget della propria associazione.
Le nazioni partecipanti erano: Azerbaijan, Libano, Lituania, Romania, Nepal, Portogallo, Georgia, Danimarca, Olanda, Norvegia e la nostra delegazione che ha allestito lo spazio a noi adibito con gadget dell’Avis e con prodotti tipici provenienti da ogni parte d’Italia.
Il nostro gruppo ha presentato il nostro bel Paese tramite un quiz a premi con domande di cultura generale italiana e  quesiti sui molteplici dialetti italiani.

Il secondo giorno é iniziato con la cerimonia ufficiale di apertura del forum presso il centro congressi di Baku, durante la quale sono intervenuti i rappresentanti del governo azero, della FIODS e del ministro della sanità. A seguire, tramite alcune slides, ogni delegazione ha presentato la propria nazione di provenienza e i dati significativi relativi alla propria di associazione di appartenenza.

La seconda parte della giornata è stata guidata dal trainer Mirfariz Muradov ed è stata incentrata sul tema ‘project and operations management’, calato nelle nostre realtá associative. Prima di tutto si è parlato dei problemi in comune fra le varie associazioni, poi dividendoci in gruppi abbiamo discusso riguardo alle soluzioni dei principali cinque problemi riscontrati. La serata è terminata con una piacevole cena in un locale tipico lungo il Mar Caspio, per poter socializzare e confrontarsi con le altre delegazioni”.

 

La terza giornata è iniziata presto con una fantastica lezione di yoga con la nostra capo delegazione Francesca. Dopo la colazione ci siamo diretti verso la Banca Centrale del Sangue azera a Baku, dove siamo stati accolti in modo caloroso dal personale sanitario e dai volontari  che lavorano all’interno della struttura.

Durante la visita abbiamo potuto notare alcune differenze con il nostro sistema trasfusionale, ad esempio qui in Azerbaijan gli uomini possono donare fino 6 volte in anno mentre le donne fino a 4 volte e che esiste un’altezza minima per poter donare (150 cm di altezza). Le donazioni vengono effettuate per la maggior parte a Baku, con circa 40000 unità di sangue raccolte in un anno e circa 70000 unità in tutto l’Azerbaijan.

La giornata è proseguita con una degustazione di vini e prodotti locali.

Infine nel pomeriggio tutte le delegazioni hanno avuto l’occasione di visitare il centro storico di Baku (patrimonio medioevale dell’UNESCO) e di concludere la serata con un pizza party in hotel.”

Attendi