Cerca la tua sede

Umbria, Marche e Abruzzo in formazione
11.10.2019

Condividi su

Domenica 29 settembre a Grottammare, nell’ascolano, si è concluso il primo corso inter-regionale residenziale di alta formazione organizzato dalla scuola “Vito Tesei” di Avis Regionale Marche in collaborazione con le Avis Regionali di Umbria ed Abruzzo.  Il percorso formativo dal titolo “Avis: un’organizzazione che crea valore – Come il volontario può costruire Rel-Azioni utili ai cittadini e al territorio, a lungo termine” è il risultato di un progetto che, avviato nel 2018 dalla Commissione Formazione di Avis Regionale Marche coordinata da Maria Gianuario, ha ottenuto il co-finanziamento di AVIS Nazionale.

 

La tre giorni di formazione ed aggiornamento si è rilevata un’esperienza positiva per diversi motivi.  Dal punto di vista formativo i relatori, Claudia Comaschi e Paolo Carmassi della “Palestra della scrittura”, hanno guidato i partecipanti nella conoscenza e nell’approfondimento prima e nell’applicazione poi di strumenti, tecniche e modalità comunicative utili per migliorare tanto i rapporti interpersonali interni quanto quelli esterni all’Associazione.

 

Se da un lato una gestione più accorta delle relazioni tra i dirigenti, tra questi e i dipendenti e quelle con i volontari alimenta sinergie fondamentali e necessarie per il buon andamento delle attività, dall’altro, instaurare rapporti più proficui con i vari stakeholders, istituzionali e non, consente il raggiungimento degli obiettivi che ciascuna Avis si pone per realizzare la propria mission. Il corso a carattere residenziale continuativo è stata una scelta vincente anche per i rapporti che si sono instaurati tra i partecipanti: un’iniziativa da ripetere nella convinzione che la formazione è un punto di partenza per crescere e che lo scambio continuativo ed operativo di esperienze, di attività e di idee tra diverse realtà regionali e tra diverse organizzazioni è un momento importante per guardare ad un futuro di Avis nell’ottica della Rete.

 

(redazione a cura di Maria Letizia Gianuario)

Attendi