Cerca la tua sede

Da Vimercate e altri comuni della Brianza 4.500 diari per le scuole
08.11.2019

Condividi su

Mettere a disposizione degli studenti delle scuole medie uno strumento utile sia per segnare i principali appuntamenti della vita scolastica (interrogazioni, compiti in classe, gite e altro) sia per conoscere, in maniera semplice e divertente, l’Avis e il dono del sangue. Con questo intento, a partire dall’anno scolastico 2012-2013, le Avis comunali di Vimercate,  Busnago/Roncello, Arcore e Ornago donano un colorato, simpatico e funzionale diario a ciascuno degli alunni delle scuole secondarie di primo grado di 12 Comuni: quelli afferenti all’Avis comunale stessa (Vimercate, Aicurzio, Bellusco, Burago di Molgora, Concorezzo, Mezzago, Sulbiate e Usmate Velate) oltre a Busnago, Roncello, Arcore e Ornago. Quest’anno, per la prima volta, hanno ricevuto questo omaggio anche 200 ragazzi del comune veneto di Villa Bartolomea di Verona. Inoltre, su richiesta di alcuni genitori, i diari sono stati distribuiti anche ai bambini di due scuole elementari, una di Vimercate e una di Concorezzo. In totale, quindi, sono stati donati circa 4500 diari, un vero successo.

 

“Siamo molto contenti e soddisfatti di quest’iniziativa” commenta il presidente di Avis Vimercate, Sergio Valtolina “è ormai una tradizione consolidata nelle scuole del territorio, che ci permette di dare un piccolo aiuto alle famiglie e di portare Avis nelle case e nelle classi”.

 

L’associazione sostiene i costi per i materiali e la stampa dei diari grazie alle proprie risorse e al 5×1000 destinato ad essa dai contribuenti.

 

In copertina e nelle pagine interne del diario ci sono frasi e disegni che illustrano l’importanza della solidarietà e della donazione, sempre originali e diversi perché a realizzarli sono proprio i ragazzi delle scuole. Avis comunale Vimercate, infatti, promuove ogni anno il concorso “crea la copertina”, con il quale invita gli allievi ad esprimere con un disegno cosa significa per loro il gesto della donazione di sangue. Al termine dell’anno scolastico, una commissione composta da esponenti di Avis e insegnanti sceglie i più meritevoli e fantasiosi; il primo classificato diventerà la copertina del diario dell’anno successivo e gli altri verranno inseriti nelle pagine interne. Agli autori dei primi tre disegni, inoltre, vengono dati in premio buoni acquisto per libri e articoli di cartoleria.

 

In questo speciale diario c’è spazio anche per altre associazioni che condividono con Avis i valori della solidarietà e del dono: una pagina, per esempio, è dedicata all’Aido (associazione Italiana per la Donazione degli organi) e un’altra all’Admo (associazione per la donazione del midollo osseo).

 

 

di Alissa Peron

Attendi