Cerca la tua sede

Conferenza organizzativa: grande partecipazione e comunicazione sempre più decisiva
24.11.2019

Condividi su

La conferenza organizzativa di AVIS NAZIONALE sul tema della comunicazione ha visto grande partecipazione e coinvolgimento degli oltre 240 delegati arrivati da ogni Regione italiana.

 

In una giornata e mezzo, svoltasi presso l’Hotel Radisson Blu di Milano, si è dialogato sul presente e il futuro della comunicazione associativa, grazie all’anticipazione del nuovo manuale dell’immagine coordinata (curato da Palestra della scrittura e che a breve diventerà ufficiale) e a riflessioni su aspetti come la gestione dei conflitti, le campagne di comunicazione, i social network e la raccolta e misurazione dei dati.

Nei giorni precedenti, il presidente nazionale aveva evidenziato la necessità di “parlare con una sola voce e a essere consapevole e orgogliosa del suo marchio”.

In conferenza, dopo le relazioni del presidente nazionale, Gianpietro Briola, e del professor Andrea Volterrani, docente di sociologia della comunicazione e coordinatore scientifico del gruppo Buone prassi,  si sono aperti i lavori di gruppo.

 

In 8 sale, suddivise tra i 4 argomenti chiave della conferenza, i partecipanti hanno dialogato sui temi proposti, svolto esercitazioni e predisposto – per la domenica mattina – relazioni per la restituzione in assemblea plenaria basate sulla messa in evidenza di criticità e soluzioni per ogni situazione.

La modalità dei gruppi di lavoro è stata scelta perché si ritiene fondamentale una comunicazione basata sul lavoro di squadra e sulla partecipazione  di ogni dirigente, volontario o dipendente che segue il tema.

 

Nella giornata di sabato sono anche stati presentati i recenti lavori della consulta giovani in tema di diritti d’autore e privacy, mentre la domenica mattina il presidente Briola ha illustrato le principali iniziative previste per il 2020, anno della giornata mondiale del donatore di sangue in Italia.

Alcune di esse hanno già date e città ben individuate, come un convegno a Padova l’8 febbraio su etica e integrazione che aprirà ufficialmente il calendario delle iniziative.

 

Momento clou sarà certamente il fine settimana del 12-14 giugno a Roma.

 

Domenica mattina c’è stata anche la veloce presentazione da parte del gruppo giovani di Avis provinciale Ravenna e di Avis provinciale Mantova dell’utilizzo a livello locale della campagna gialloplasma.

 

Lanciata da AVIS NAZIONALE nel novembre 2018, sull’esempio della campagna locale delle Marche, #gialloplasma è diventata in molte regioni italiane lo spunto per realizzare simpatiche iniziative, dalla cucina alla moda, dalla letteratura allo sport.

Una toccante testimonianza è stata invece portata da Eloisa Abis  e Diego Cotza, dell’Avis comunale sarda di San Gavino Monreale. Entrambi hanno raccontato la sorprendente crescita della loro sede e l’importanza, vista anche la storia personale di Eloisa, di un profondo legame con altre associazioni, come quella dei talassemici.

Le conclusioni, dopo le restituzioni dei gruppi, sono state affidate al presidente di Emoservizi, Andrea Tieghi, che ha illustrato i contenuti dei lavori specifici della società (tra ecommerce, etica, ambiente e attenzione al territorio), e al presidente Briola.

 

“Vorrei ringraziare tutti per la partecipazione e per aver apprezzato una modalità di lavoro non calata dall’alto. I risultati presentati, inoltre, non sono un punto di arrivo fine a stesso, ma l’inizio di un cammino di nuove riflessioni, nei territori dai quali ciascuno proviene, su un tema tanto importante come la comunicazione. Con soddisfazione ho constatato che si ritiene fondamentale il ruolo di AVIS Nazionale. Dobbiamo lavorare tutti per rafforzare questa rete, con una grande capacità di fare squadra e costruire amicizie”.

Attendi