Cerca
NEWS

90ª Assemblea Generale AVIS, secondo giorno di lavori

Il sabato è stato contraddistinto dal saluto del Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e dalle relazioni delle delegazioni regionali. Spazio poi alle altre associazioni, a Emo Servizi e alla presentazione delle nuove Linee Guida

 

Un richiamo al bene comune per seguire insieme lo stesso obiettivo altrettanto comune: non far mai mancare il sangue. È quello che si è alzato dal Vicenza Convention Centre in occasione della seconda giornata di lavori della 90ª Assemblea Generale AVIS.

Il sabato è stato infatti dedicato alle relazioni delle delegazioni regionali che, in più frangenti, hanno ribadito l’importanza e la necessità di rafforzare la rete associativa, in linea anche con il titolo scelto per questa tre giorni: “La scelta che unisce – Donatori in rete per la salute universale”. AVIS è una sola grande famiglia, ma con tante anime ognuna con le proprie caratteristiche. Tutte sono, però, legate da uno stesso fil rouge: l’impegno sociale e la cittadinanza attiva che, nel corso degli anni, hanno contribuito a costruire l’associazione di oggi.

Rinnovarsi per migliorarsi, proseguire nel percorso di formazione e continuare a sensibilizzare, soprattutto i giovani, per raggiungere l’autosufficienza di farmaci plasmaderivati, sono state solo alcune delle “parole chiave” di una giornata ricca di spunti e di temi da approfondire. Ma non solo relazioni.

La seconda giornata dell’Assemblea è stata arricchita dal saluto inviato ad AVIS dal Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni (a questo link è possibile leggere il testo integrale del messaggio): «Spesso ci si ritrova al fianco di persone sconosciute – ha scritto – ma con le quali si crea immediatamente un legame speciale, perché si ha la consapevolezza che si sta vivendo insieme un momento speciale. Da donatrice, è un’esperienza che ho provato molte volte e colgo quest’occasione per ringraziare ancora una volta la vostra organizzazione, tutti i volontari e tutti i donatori per la preziosissima attività portata avanti su tutto il territorio nazionale».

Oltre ai saluti istituzionali, anche nella giornata di sabato altre realtà del volontariato hanno portato il loro messaggio solidale e il ringraziamento ad AVIS per la collaborazione e il sostegno mostrato negli anni. Dopo il presidente di Fratres, Vincenzo Manzo, infatti, anche il presidente di United Onlus (la Federazione italiana di talassemia, drepanocitosi e anemie rare), Valentino Orlandi, ha ricordato, in collegamento con il Vicenza Convention Centre, quanto fare rete sia fondamentale per mantenere la solidità del Terzo Settore eassicurare ai pazienti cronici le necessarie terapie salvavita.

Spazio poi alla relazione del presidente di Emo Servizi, Silvano Gironacci, accompagnato dal componente del Consiglio d’amministrazione, Marco Denti, che hanno presentato il nuovo sito della società di servizi di AVIS, e al gruppo che ha seguito e curato il progetto delle nuove Linee Guida della nostra associazione composto da Elisa Turrini, Maruska Fusini e Dario Menicagli.

Il pomeriggio, infine, dopo le ultime relazioni, è stato impreziosito da un altro momento di intrattenimento culturale, stavolta a cura dell’attrice Tiziana Di Masi che ha portato sul palco lo spettacolo teatrale “Io siamo”. Non prima però che venissero condivisi con la platea il video celebrativo realizzato in occasione della seconda FrancigenAVIS e quello dedicato al Tempio Internazionale del Donatore di sangue di cui recentemente erano stati completati i lavori di restauro.

 

Qui di seguito le foto più significative della giornata.

 

 

Condividi:

Skip to content