Cerca
NEWS

Addio a Claudia Fiaschi, il cordoglio di AVIS

Un male grave e rapidissimo ha portato via in un solo mese la guida storica del Forum del Terzo Settore. Punto di riferimento per il mondo dell’associazionismo, più volte aveva collaborato anche con noi in una serie di iniziative durante il periodo critico della pandemia

 

È morta Claudia Fiaschi. La ex e storica portavoce del Forum del Terzo Settore si è spenta a soli 59 anni dopo aver combattuto un male gravissimo e drammaticamente veloce.

Da sempre punto di riferimento per il mondo delle cooperative e dell’associazionismo in genere, ci lascia una donna che ha avuto lo straordinario merito di portare avanti la battaglia della Riforma del Terzo Settore, contribuendo a dare nuova voce e nuova dignità a un mondo che, soprattutto nei momenti più critici come nel caso della pandemia, aveva dimostrato quanto centrale fosse per la stabilità del nostro sistema Paese.

In virtù di queste sue straordinarie capacità e per la sua visione illuminata del mondo di cui anche AVIS Nazionale fa parte, più volte la nostra associazione aveva coinvolto Claudia Fiaschi in iniziative con cui, proprio in epoca Covid, attraverso webinar con altri rappresentanti del mondo trasfusionale e del volontariato, avevamo provato a spiegare come il Terzo Settore puntasse a ripartire dopo le difficoltà del lockdown e quali strategie avrebbero accompagnato la ripresa post-pandemia.

Come ha dichiarato il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola, «oggi è un giorno molto triste per tutti noi. Con Claudia Fiaschi perdiamo una donna intelligente, preparata e appassionata. Una figura di straordinaria importanza per l’ambito in cui noi stessi operiamo ogni giorno per fornire supporto alla collettività. Quella collettività che, se nel prossimo futuro, troverà nell’associazionismo e nel Terzo Settore in generale un punto di riferimento ancor più solido e affidabile, è proprio per merito di professioniste come Claudia. Ci mancheranno la sua conoscenza, la sua attenzione verso le necessità del prossimo e la sua brillantezza professionale e umana. Alle persone a lei care giungano il pensiero più affettuoso e la vicinanza mia e di tutta AVIS».

Condividi:

Skip to content