Cerca
NEWS

AVIS e Feralpisalò: insieme per sensibilizzare sulle donazioni

Il progetto si chiama “Darei tutto per te” e, dopo Parma ed Ascoli, coinvolgerà anche tutte le altre piazze d’Italia in cui i leoni del Garda andranno a giocare, mirando al coinvolgimento di tifosi e cittadini. Nel dettaglio, il club donerà due maglie ufficiali. La prima maglia verrà consegnata in sede Avis prima dell’incontro di campionato, la seconda sarà assegnata tramite estrazione ad un donatore.

Il progetto si chiama “Darei tutto per te” e, dopo Parma ed Ascoli, coinvolgerà anche tutte le altre piazze d’Italia in cui i leoni del Garda andranno a giocare, mirando al coinvolgimento di tifosi e cittadini. Nel dettaglio, il club donerà due maglie ufficiali. La prima maglia verrà consegnata in sede Avis prima dell’incontro di campionato, la seconda sarà assegnata tramite estrazione ad un donatore. AVIS Nazionale, nella persona del presidente Gianpietro Briola, ha voluto concedere il patrocinio a questo percorso, che inaugura l’impegno valoriale del club verdeblù anche in Serie B.

Da oltre novant’anni AVIS è testimone di salute e benessere, valori che ben si coniugano con gli stili di vita sani e corretti e bene si declinano nella pratica dello sport – le parole di Briola – ecco perché abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta della Feralpisalò di collaborare assieme alla promozione della donazione come gesto volontario, anonimo, gratuito, periodico, associato e responsabile. Siamo lieti di aprire le porte delle nostre sedi territoriali a questa squadra che, già in altre occasioni, ha dimostrato una spiccata sensibilità verso i progetti sociali. Siamo, infatti, convinti che attraverso queste iniziative possiamo amplificare il nostro messaggio e raggiungere ampie fasce della popolazione, in particolare giovani, che vanno più che mai sensibilizzati ed educati ai principi di salute e rispetto e all’importanza di compiere questo gesto semplice, ma fondamentale per la sopravvivenza di molti pazienti”.
AVIS e Feralpisalò

Dopo la tappa di Parma, anche l’Avis di Ascoli ha aderito al progetto. Prima del match al “Del Duca”, l’incontro tra le due realtà.

Un progetto in linea con l’identità di Feralpisalò – le dichiarazioni di Matteo Oxilia, direttore comunicazione dei Leoni del Garda – che anche in Serie B vuole mantenere viva la propria volontà di trasmettere valori e di farsi conoscere per l’approccio sociale che da sempre la contraddistingue. I progetti di restituzione e responsabilità sono il fil rouge che abbiamo sempre seguito e, a maggior ragione quest’anno, vogliamo proseguire su questo percorso che permette di raccontare una Feralpisalò sempre attenta, sensibile ed inclusiva”.

Ringraziamo AVIS Nazionale per la concessione di questo patrocinio – il commento di Ilenia Setola, direttore operativo e marketing di Feralpisalò – contare sul loro supporto è un onore e ci dà ulteriore appeal nei confronti dei nostri portatori d’interesse, sempre più coinvolti e attratti anche e soprattutto dal nostro approccio ad un calcio che vuole ragionare ben oltre il singolo match”.

Un’idea lodevole, grazie Feralpisalò per aver pensato a noi e ai tanti giovani che possono essere così ancora più attratti da un gesto prezioso come la donazione“, ha detto Luca Asinari, presidente Avis Parma.

Un progetto che unisce sport e solidarietà che siamo fieri di portare avanti” le parole di la presidente dell’Avis di Ascoli Maria Pia Mancini, che aggiunge: “Faccio i complimenti alla società per avere avuto questa idea e per averla concretizzata in nome di valori concreti. L’intento e la speranza è che sempre più persone si avvicinino all’Avis per poter mantenere la grande ‘macchina del dono’ di sangue e plasma, che contribuisce a salvare vite”.

Condividi:

Skip to content