Cerca
NEWS

Cala il sipario sulla Donor Week. Ma l’appuntamento per il prossimo anno è già fissato

La settimana di eventi che ha celebrato Bergamo Brescia Capitale italiana della Cultura si chiude con i due convegni organizzati da AVIS e, soprattutto, con il passaggio di consegne con Pesaro, che sarà Capitale della Cultura per il 2024

Con i due convegni di sabato 23 e domenica 24 settembre cala il sipario sulla Donor Week, la settimana di appuntamenti con cui è stata celebrata “Bergamo Brescia Capitale italiana della Cultura 2023”.

Cala il sipario è vero, ma allo stesso tempo sul calendario è già fissato l’appuntamento per il prossimo anno, visto che l’incontro di domenica mattina ha rappresentato l’occasione per il passaggio di consegne con la città di Pesaro, che sarà appunto Capitale italiana della Cultura per il 2024.

I due capoluoghi, dallo scorso 16 settembre, nei fatti si sono trasformati in palcoscenici a cielo aperto. AVIS Nazionale, Avis Regionale Lombardia e le Avis Provinciali e Comunali di Bergamo e Brescia, hanno dato vita a iniziative di ogni genere, coinvolgendo il pubblico di tutte le età che, insieme a momenti di approfondimento e svago, ha potuto allo stesso tempo approfondire o conoscere per la prima volta il mondo del volontariato del sangue.

Filo conduttore di questa settimana di appuntamenti è stato infatti il sentimento di solidarietà che è stato toccato e affrontato in ogni modo: sia gustandolo che, semplicemente, guardandolo. Dalla ginnastica ritmicaagli show cooking, dai concerti ai donor party, giorno dopo giorno chiunque ha potuto capire il senso più profondo della scelta gratuita e periodica dei donatori. In poche parole, che anche il dono è una cultura ben radicata nella nostra società.

I due convegni, di cui qui di seguito riportiamo le slide dei relatori, hanno rappresentato due momenti preziosi di dibattito e confronto su tematiche che, negli ultimi anni, stanno diventando la colonna portante anche della nostra vita avisina. Nella giornata di sabato 23, infatti, abbiamo capito quanto l’intelligenza artificiale sia preziosa come strumento di supporto alla diagnostica o quanto possa rappresentare un elemento innovativo nel campo dell’innovazione sociale e della medicina trasfusionale.

Un nuovo modo di comunicare che abbiamo continuato a spiegare anche nella giornata di domenica, quando attraverso un vero e proprio viaggio nel tempo siamo riusciti a ripercorrere le tappe di un’evoluzione che ha riguardato da vicino la comunicazione sociale e, di conseguenza, tutti noi. Come è stata raccontata AVIS negli anni. In che modo è cambiato il modo di rivolgersi all’esterno. Quanto, oggi, è difficile dialogare con i giovani e quali strategie è meglio adottare per rendere il dialogo con loro più diretto ed efficace. Senza dimenticare le realtà del Terzo Settore e della ricerca che, da anni, sono al fianco della nostra associazione.

Questo e molto altro ha caratterizzato una settimana sicuramente stancante, faticosa, ma piena e ricca diquei sentimenti e quei valori che da ben novantasei anni sono la colonna portante del nostro essere volontari. Del nostro essere AVIS.

Ci vediamo a Pesaro il prossimo anno.

 

SCARICA le slide del convegno di sabato 23 settembre

SCARICA le slide del convegno di domenica 24 settembre

Condividi:

Skip to content