Cerca
NEWS

Giornata internazionale del volontariato, il potere dell’azione collettiva

Come ogni anno, il 5 dicembre si celebra l’impegno di chi, ogni giorno, offre il suo sostegno gratuito e disinteressato al prossimo, in particolare a chi ha più bisogno. Come fa AVIS insieme ai suoi donatori. #IfEveryoneDid è il claim scelto dalle Nazioni Unite per questo 2023

 

In inglese si scrive “If everyone did”. In italiano si legge “se tutti lo facessero”. È il claim scelto dalle Nazioni Unite per la Giornata internazionale del volontariato 2023, che come da tradizione ricorre il 5 dicembre.

Istituita su mandato dell’Assemblea Generale dell’ONU, questo appuntamento è considerato il momento in cui persone e associazioni possono condividere i propri valori e promuovere l’impegno che quotidianamente mettono in campo tra le comunità di cui sono parte, le organizzazioni non governative, le agenzie dell’ONU stesso, le autorità governative e, ovviamente, il settore privato. Oltre a mobilitare ogni anno migliaia di volontari, il programma UNV (Volontari delle Nazioni Unite) contribuisce alla pace e allo sviluppo, sostenendo il riconoscimento dei volontari e lavorando con i partner per far sì che questo movimento sia sempre più integrato nella programmazione di crescita globale.

Dati ufficiali dell’ONU dicono che il numero mensile di chi, di età pari o superiore a 15 anni, dedica gratuitamente il proprio tempo agli altri, ammonta a 862,4 milioni in tutto il mondo. La maggior parte del volontariato continua a essere organizzato in modo informale tra individui, con il 14,3% della popolazione globale che vi partecipa, mentre il 6,5% delle persone in età lavorativa in tutto il mondo si impegna in interventi formali attraverso un’organizzazione o un’associazione. Mentre i volontari formali sono per lo più uomini, i volontari informali hanno maggiori probabilità di essere donne.

Da qui la scelta del claim di quest’anno, che punta a ribadire che se tutti facessero volontariato, il mondo sarebbe un posto migliore. Un richiamo al potere dell’azione collettiva, un po’ come fa AVIS nella promozione della cultura della donazione. Immaginiamo se gli oltre otto miliardi di persone che popolano il nostro pianeta facessero volontariato. Ne scaturirebbero possibilità illimitate per lo sviluppo sostenibile, da cibo e istruzione per tutti, a un ambiente pulito e una buona salute, passando per società inclusive e pacifiche e altro ancora.

Le Nazioni Unite definiscono il volontariato “un’enorme risorsa rinnovabile per la risoluzione di problemi sociali, economici e ambientali in tutto il mondo. Quando il mondo si trova ad affrontare sfide crescenti, i volontari sono spesso i primi ad aiutare. Sono in prima linea nelle crisi e nelle emergenze, spesso in situazioni molto difficili”. Lo stesso segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, sottolinea: «In questo giorno importante, impegniamoci nuovamente a garantire che tutte le persone possano prestare le loro energie per plasmare un futuro migliore per tutti gli uomini e per il pianeta che condividiamo. Siamo al fianco dei volontari, ovunque».

In Italia CSVnet, Forum Terzo Settore e Caritas daranno vita martedì 5 dicembre a “Condividere, valorizzare, costruire”, l’evento nazionale per celebrare la 38a edizione della Giornata internazionale del volontariato. A questo link è possibile consultare il programma completo.

Condividi:

Skip to content