Cerca
NEWS

Globuli rossi, i dati sulla raccolta nel mese di aprile

Dopo il lievissimo stop che aveva contraddistinto marzo, il report del Centro nazionale sangue conferma la ripresa

 

La raccolta dei globuli rossi riparte. Lo conferma il report del Centro nazionale sangue che, dopo il lieve stop registrato a marzo, ad aprile torna a segnare il segno positivo. Riprendono a salire anche le trasfusioni, un altro segnale che, insieme ai dati sul plasma, fa ben sperare in vista della Giornata mondiale del donatore.

Nello specifico sono state 200.451 le unità prodotte che valgono lo 0,6% in più rispetto all’anno precedente. Il miglioramento ha riguardato praticamente tutte le regioni italiane, con picchi particolarmente elevati in Provincia Autonoma di Bolzano (+37,6%), Basilicata (+19,5%), Toscana (+16,7%) e Molise (+12%).

Alla luce dei numeri importanti che avevano caratterizzato l’avvio di 2024, facendo un raffronto sul lungo periodo si consolida il vantaggio di questo primo quadrimestre sulla finestra gennaio-aprile 2023. Sono state 858.042 le unità prodotte finora (+2%), con le performance migliori registrate in Toscana (+14,7%), Provincia Autonoma di Bolzano (+8,9%) e Friuli Venezia Giulia (+7,5%).

Marche, Friuli Venezia Giulia e Sardegna, rispetto all’obiettivo fissato per il 2024 che ammonta a 2.525.155 unità, si contendono il ruolo di prima regione italiana per unità prodotte ogni mille abitanti.

Condividi:

Skip to content