Cerca
NEWS

Globuli rossi, i dati sulla raccolta nel mese di gennaio

Il primo report del Centro nazionale sangue del 2024 registra un’ottima partenza che supera già quella ottima dello scorso anno. Per il momento la Sardegna è la prima regione per unità prodotte in rapporto alla popolazione residente

 

Il 2024 inizia con il piede giusto, dopo il plasma, anche per quanto riguarda la raccolta dei globuli rossi. È quanto emerge dal report del Centro nazionale sangue relativo al mese di gennaio che si chiude con un +2,1% rispetto a un anno fa, un dato che acquisisce particolare importanza se si pensa che già gennaio 2023 segnò una decisa accelerazione.

Complessivamente sono state 208.622 le unità prodotte, quasi 4.500 in più dello scorso anno con un miglioramento delle performance diffuso praticamente in ogni regione. Tra le più virtuose troviamo Toscana (+13,9%), Molise (+12%) e Friuli Venezia Giulia (+10,2%).

La Sardegna, invece, almeno in questo primo mese, è il territorio ad aver prodotto più unità di globuli rossi in rapporto alla popolazione residente, seguita da Marche e Veneto.

L’obiettivo da raggiungere per il 2024 è di 2.525.155 unità.

Condividi:

Skip to content