Catanzaro, il treno della solidarietà colora la sede AVIS

Il progetto di riqualificazione urbana chiamato “Coloriamo la casa del donatore” ha donato un nuovo volto all’edificio in cui risiedono l’Avis Provinciale e la Regionale Calabria

Un progetto semplice, ma dal significato profondo. Proprio come il gesto della donazione. Si chiama “Coloriamo la casa del donatore” ed è l’iniziativa di riqualificazione urbana che, nei giorni scorsi, ha portato all’inaugurazione della nuova facciata dell’edificio di Catanzaro dove risiedono l’Avis Provinciale e la Regionale Calabria.

 

È un’idea che ha voluto unire la bellezza dell’arte e della creatività ai valori solidali che caratterizzano da sempre la nostra associazione. Promossa dal presidente di Avis Provinciale Catanzaro, Franco Pietro Parrottino, il progetto ha visto la collaborazione dell’artista calabrese Claudio Chiaravalloti: l’obiettivo era quello di dare un vero e proprio lampo di colore al punto della città in cui si trova la sede, con la speranza che questo progetto possa essere da sprone per una riqualificazione più allargata dell’area circostante.

 

Coloratissimoil disegno ha uno sfondo che vuole essere il panorama della Calabria con, in primo piano, un treno le cui porte simboliche per l’entrata in carrozza sono quelle dell’ingresso dell'edificio: «Un’iniziativa lodevole che ha dato, è il caso di dirlo, un nuovo volto alla sede – ha detto Domenico Nisticò, componente dell’Esecutivo Nazionale di AVIS – speriamo che offra uno spunto per dare nuova vita all’area circostante. Questo treno della solidarietà parte da qui per attraversare la Calabria e arrivare fino al Nord del Paese: perché solo restando uniti si ottengono questi risultati».

 

Come ha sottolineato il presidente di Avis Regionale Calabria, Franco Rizzuti, «la nostra associazione e l’arte procedono di pari passo perché entrambe sono parte attiva della vita di tutti noi. Essere avisini non vuol dire solo essere impegnati nella raccolta di sangue e plasma, ma anche farsi promotori di cose belle e utili per il territorio di cui si è parte integrante».

 

«È il treno della solidarietà – spiega il presidente di Avis Provinciale Catanzaro, Franco Pietro Parrottino – che attraversa il nostro territorio e, invitando i donatori a salire a bordo, racchiude l’unità di intenti che ci contraddistingue. La volontà di fare qualcosa di importante per chi soffre e per chi ha bisogno. E se oggi siamo qui il ringraziamento è proprio dei donatori».

 

«Sono molto contento di aver partecipato a questo progetto – ha spiegato l’artista, Claudio Chiaravalloti – Si tratta di un disegno semplice, ma che grazie alle linee e ai colori sfrutta al massimo le vetrate della facciata. Una simbiosi perfetta tra l’opera in sé e i valori che AVIS porta avanti ogni giorno».