Il Programma di autosufficienza nazionale 2022 è in Gazzetta Ufficiale

Dopo l'approvazione ottenuta in Conferenza Stato-Regioni, il documento conferma obiettivi e linee strategiche per l'attività trasfusionale dell'anno in corso

Il Programma di autosufficienza nazionale del sangue e dei suoi prodotti per l'anno 2022 approda in Gazzetta Ufficiale.

 

Il documento (consultabile integralmente a questo link) aveva già ottenuto l'ok, lo scorso maggio, della Conferenza Stato-Regioni: la pubblicazione avvenuta lunedì 4 luglio era lo step definitivo.

 

Il testo stabilisce i principi generali in materia di attività trasfusionale, gli obiettivi da raggiungere, sia in termini di globuli rossi che di plasma, con la partecipazione delle Regioni attraverso programmazione, monitoraggio e controllo. 

 

Nello specifico affronta:

  • contesto nazionale: si individuano i consumi storici, il fabbisogno reale ed i livelli di produzione necessari, 
  • metodologia: si indicano le risorse, i criteri di finanziamento del sistema, le modalità organizzative ed i riferimenti tariffari per la compensazione tra regioni,
  • attività di programmazione: si considerano i livelli di importazione ed esportazione eventualmente necessari,
  • monitoraggio: si precisa che l’attuazione del programma sarà verificata trimestralmente attraverso il monitoraggio da parte del CNS, Centro Nazionale Sangue, le valutazioni del Ministero e delle associazioni o fondazioni di donatori o di pazienti.

 

Oltre a ricordare che l'autosufficienza nazionale si fonda sul principio etico della volontarietà, periodicità e non remunerabilità della donazione, il Programma indica obiettivi e linee strategiche. Le Regioni italiane possono essere raggruppate:

  • Gruppo I: Conferimento plasma inferiore a 18kg/1000 abitanti/anno e con un indice di raccolta di sangue intero inferiore a 40 unità/1000 abitanti/anno;
  • Gruppo II: Conferimento plasma inferiore a 18kg/1000 abitanti/anno ma con un indice di raccolta di sangue intero superiore a 40 unità/1000 abitanti/anno;
  • Gruppo III – benchmark: Conferimento plasma superiore a 18kg/1000 abitanti/anno e con un indice di raccolta di sangue intero superiore a 40 unità/1000 abitanti/anno.

 

Linee strategiche

  • Gruppo III: saranno benchmark e saranno impegnate nel mantenere i livelli attuali di conferimento del plasma per frazionamento;
  • Gruppo II: sono chiamate ad aumentare la raccolta di plasma, potranno privilegiare la raccolta di plasma da aferesi;
  • Gruppo I: sono chiamate ad aumentare la raccolta di plasma, sono chiamate ad incrementare soprattutto la raccolta di sangue intero.

 

Un focus particolare dovrà essere riservato alle carenze stagionali, fino cioè al prossimo settembre. 

  • Metodologia: gli obiettivi verranno attuati mediante azioni sinergiche dei Servizi trasfusionali e dalle Associazioni e Federazioni di donatori volontari.
  • Obiettivi quantitativi di produzione GR: sono programmate 52.900 cessioni di unità, mentre è stimata la cessione di 7.738 unità di GR non programmata;
  • Obiettivi quantitativi di produzione plasma per frazionamento industriale: gli obiettivi di programmazione delle regioni per il 2022 si attestano a 853.000 kg, ossia 8.707 kg in meno rispetto alla raccolta 2021 e 10.668 kg in meno rispetto all’obiettivo 2021.